domenica 04 dicembre | 15:33
pubblicato il 28/gen/2013 17:31

Crisi: Bagnasco, popolo italiano solido grazie alla famiglia

Crisi: Bagnasco, popolo italiano solido grazie alla famiglia

(ASCA) - Roma, 28 gen - ''Sotto il peso della congiuntura, il popolo italiano si e' mostrato ancora una volta solido: nella capacita' di dedizione e di sacrificio ha rivelato forza di tenuta e di speranza. Ma nessuno s'illuda o cerchi spiegazioni ideologiche e parziali: se cio' e' accaduto, prima che ai risparmi, alle autoriduzioni, alla revisione di stili di vita, cio' e' dovuto al naturale e insostituibile moltiplicatore di ogni piu' piccola risorsa: la famiglia''.

Lo ha detto il presidente della Cei, card. Angelo Bagnasco nella prolusione di apertura dei lavori del Consiglio Episcopale Permanente.

''E' il suo patrimonio di amore, di sostegno e di legami virtuosi, - ha spiegato il card. Bagnasco - che permette ad ognuno di mantenere quell'invisibile e incomparabile capitale di autostima e fiducia che nessuna ricchezza materiale puo' comprare, e senza del quale le difficolta' diventano massi schiaccianti''.

dab/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari