domenica 22 gennaio | 21:49
pubblicato il 13/giu/2013 12:00

Crisi/ Bagnasco: Disoccupazione giovanile è autentica calamità

Il presidente della Cei al congresso della Cisl

Crisi/ Bagnasco: Disoccupazione giovanile è autentica calamità

Roma, 13 giu. (askanews) - La disoccupazione giovanile è una "autentica calamità" che "si trasforma in dramma esistenziale per molti e spinge altri a emigrare in cerca di un inserimento lavorativo". Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco intervenendo questo pomeriggio al XVII congresso della Cisl al Palazzo dei Congressi dell'Eur. "La disoccupazione - ha detto il presidente della Cei - affligge oggi persone di tutte le età. Essa tocca molti che, dopo avere lavorato vari anni e ancora non in età pensionabile, sono lasciati senza impiego e vedono ridotte le loro speranze di trovare una nuova occupazione, pur dovendo mantenere la loro famiglia. La disoccupazione tocca poi una parte consistente dei giovani: quasi un giovane su tre nel nostro paese non trova lavoro, o lo ha avuto solo per un tempo determinato, o lo trova senza alcuna tutela sociale o prospettiva previdenziale, o ha rinunciato a cercarlo perché avvilito. Tale dato è allarmante e ci rivela l'impatto psicologico talvolta devastante della disoccupazione che fa pervenire, soprattutto ai più giovani, il triste messaggio che di loro la società non ha bisogno. A ben pensare, dovrebbe essere il contrario: i giovani dovrebbero trovarsi davanti a un mondo del lavoro che li attende, che ha alte aspettative ed esige da loro una formazione adeguata, una capacità di usare le nuove tecnologie di cui possono essere più esperti, oltre all'entusiasmo di cui sanno essere portatori. Per il nostro Paese lo scarso investimento sui giovani in termini di formazione scolastica e universitaria, oltre che di inserimento nel mondo lavorativo, assume il carattere di un'autentica calamità, che si trasforma in dramma esistenziale per molti e spinge altri a emigrare in cerca di un inserimento lavorativo. Da parte loro, i giovani dovranno mostrare spirito di sacrificio, adattabilità e intraprendenza - ha detto Bagnasco - accettando di compiere lavori che non sempre corrispondono in pieno alle loro aspettative e sapendo essi stessi immaginare nuove modalità e forme di impiego".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4