venerdì 24 febbraio | 23:48
pubblicato il 08/set/2011 20:08

Costituzione/ Napolitano: Modificarla? C'è improvvisazione...

Elaborazione Carta '48 fu risultato di spinte attente a futuro

Costituzione/ Napolitano: Modificarla? C'è improvvisazione...

Palermo, 8 set. (askanews) - "Ci si sveglia la mattina e si propone la modifica di articoli della Costituzione, a seconda di quelli che piacciono e non piacciono... Mi pare ci siano approssimazioni e improvvisazioni...". Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel corso di un 'dialogo' con Gianfranco Pasquino sul tema 'Rifare gli italiani per stare in Europa', alla facoltà di ingegneria dell'università di Palermo. Il capo dello Stato ha ricordato gli sforzi che furono compiuti per 'fare' la Carta del '48. "Allora - ha detto - confluirono anche il pensiero cattolico e la dottrina della chiesa, le esperienze socialdemocratiche, Keynes. La Costituzione ha rappresentato un punto di arrivo per molte sollecitazioni e fondamentali spinte politiche molto attente al presente di quel momento e all'avvenire".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech