sabato 21 gennaio | 07:23
pubblicato il 01/ago/2011 19:02

Costi politica/Senato discute bilancio: 120 mln tagli in 3 anni

Aula esamina proposta questori.Al Pd non basta:sforbiciare ancora

Costi politica/Senato discute bilancio: 120 mln tagli in 3 anni

Roma, 1 ago. (askanews) - Con l'intervento del presidente della commissione Bilancio del Senato, Antonio Azzolini, e del questore Paolo Franco (Lega) è iniziata nell'Aula di Palazzo Madama la discussione sul bilancio interno che quest'anno prevede tagli per 120 milioni in 3 anni. Per il Pd non basta: serve, secondo i senatori democratici, un'ulteriore riduzione dell'1% nel 2011 e del 15% nel triennio. In questo senso, hanno annunciato un ordine del giorno e, hanno spiegato, se non dovesse essere accolto non voteranno il bilancio. Tra i principali interventi adottati: la riduzione della dotazione ordinaria, la mancata applicazione alle retribuzioni del personale dell'incremento del 3,2%, il recepimento del contributo di perequazione del 5 e del 10% sulle pensioni più elevate degli ex dipendenti, l'applicazione dello stesso contributo ai vitalizi più elevati degli ex senatori e ulteriori riduzioni degli oneri locativi. L'effetto di tali misure - questo l'obiettivo - porterà il Senato a risparmiare 61,3 milioni di euro, che sommati ai 58,7 milioni derivanti dalle decisioni assunte nei mesi scorsi, porteranno a una riduzione dei costi complessiva pari a 120 milioni di euro per il triennio 2011-2014. In tale ambito elemento qualificante - sottolineano dal Senato - è rappresentato dalla crescita zero delle dotazioni che consentirà da sola un risparmio per il bilancio dello Stato di 24 milioni di euro circa, dei quali 7,9 milioni rispetto a quanto previsto inizialmente per il 2012 ed ulteriori 15,9 milioni rispetto al 2013 che si aggiungono i 7,9 milioni di euro già ridotti nel 2011 rispetto al 2010. Il 'contributo di perequazione' inerente i vitalizi degli ex-parlamentari e le pensioni dei dipendenti - è spiegato in una nota del Senato - incideranno per il 5 per cento sugli importi superiori ai 90 mila euro e del 10 per cento per quelli eccedenti i 150 mila euro. Tali misure comporteranno risparmi per 1,1 milioni di euro per il 2011; 2,7 milioni di euro per il 2012 e 2,9 milioni di euro per il 2013. Importi che verranno integralmente versati all'Erario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4