domenica 11 dicembre | 07:49
pubblicato il 01/ago/2011 19:02

Costi politica/Senato discute bilancio: 120 mln tagli in 3 anni

Aula esamina proposta questori.Al Pd non basta:sforbiciare ancora

Costi politica/Senato discute bilancio: 120 mln tagli in 3 anni

Roma, 1 ago. (askanews) - Con l'intervento del presidente della commissione Bilancio del Senato, Antonio Azzolini, e del questore Paolo Franco (Lega) è iniziata nell'Aula di Palazzo Madama la discussione sul bilancio interno che quest'anno prevede tagli per 120 milioni in 3 anni. Per il Pd non basta: serve, secondo i senatori democratici, un'ulteriore riduzione dell'1% nel 2011 e del 15% nel triennio. In questo senso, hanno annunciato un ordine del giorno e, hanno spiegato, se non dovesse essere accolto non voteranno il bilancio. Tra i principali interventi adottati: la riduzione della dotazione ordinaria, la mancata applicazione alle retribuzioni del personale dell'incremento del 3,2%, il recepimento del contributo di perequazione del 5 e del 10% sulle pensioni più elevate degli ex dipendenti, l'applicazione dello stesso contributo ai vitalizi più elevati degli ex senatori e ulteriori riduzioni degli oneri locativi. L'effetto di tali misure - questo l'obiettivo - porterà il Senato a risparmiare 61,3 milioni di euro, che sommati ai 58,7 milioni derivanti dalle decisioni assunte nei mesi scorsi, porteranno a una riduzione dei costi complessiva pari a 120 milioni di euro per il triennio 2011-2014. In tale ambito elemento qualificante - sottolineano dal Senato - è rappresentato dalla crescita zero delle dotazioni che consentirà da sola un risparmio per il bilancio dello Stato di 24 milioni di euro circa, dei quali 7,9 milioni rispetto a quanto previsto inizialmente per il 2012 ed ulteriori 15,9 milioni rispetto al 2013 che si aggiungono i 7,9 milioni di euro già ridotti nel 2011 rispetto al 2010. Il 'contributo di perequazione' inerente i vitalizi degli ex-parlamentari e le pensioni dei dipendenti - è spiegato in una nota del Senato - incideranno per il 5 per cento sugli importi superiori ai 90 mila euro e del 10 per cento per quelli eccedenti i 150 mila euro. Tali misure comporteranno risparmi per 1,1 milioni di euro per il 2011; 2,7 milioni di euro per il 2012 e 2,9 milioni di euro per il 2013. Importi che verranno integralmente versati all'Erario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina