mercoledì 18 gennaio | 18:10
pubblicato il 22/dic/2011 14:15

Costi politica/ Nel 2012 Camera risparmia e ridà a Stato 28 Mln

Ok unanime Ufficio presidenza: Crescita zero, -2,5% di spese

Costi politica/ Nel 2012 Camera risparmia e ridà a Stato 28 Mln

Roma, 22 dic. (askanews) - Crescita zero nel 2012 per la dotazione della Camera dei deputati che l'anno prossimo restituirà all'Erario circa 28 milioni di euro. E' quanto emerge dal progetto di bilancio per l'esercizio 2012 e di bilancio pluriennale per il triennio 2012 - 2014 approvato all'unanimità dall'Ufficio di Presidenza riunitosi questa mattina. I documenti di bilancio, informa una nota, evidenziano in particolare i seguenti dati: la dotazione della Camera dei deputati resterà invariata sino al 2014, dunque per sei esercizi consecutivi. Ciò significa che, a fronte della rivalutazione dei prezzi dei beni e servizi acquistati sul mercato e dell'aumento dell'IVA, in termini reali le risorse messe a disposizione della Camera dei deputati continueranno a decrescere. In termini finanziari, inoltre, il rallentamento e il successivo azzeramento della dinamica della dotazione determinerà un minor onere per il bilancio dello Stato, nel periodo dal 2006 al 2014, pari a circa 390 milioni di euro; alla "crescita zero" della dotazione per il prossimo triennio si accompagna la decisione di versare al bilancio dello Stato i risparmi conseguenti ai provvedimenti di riduzione della spesa adottati dalla Camera dei deputati. Tale decisione ha già portato al versamento all'Erario di un importo pari a 21.695.000 euro per il 2011. Nel progetto di bilancio 2012 sono previste restituzioni per 28.030.000 euro nel 2012 e per 26.530.000 euro nel 2013. Il progetto medesimo reca inoltre un'ulteriore posta a titolo di restituzione anche per il 2014, di importo pari a 4.130.000 euro, conseguente ai contributi straordinari di solidarietà su pensioni e vitalizi deliberati dall'Ufficio di Presidenza nello scorso mese di luglio; l'ammontare complessivo delle restituzioni supera gli 80 milioni di euro; sulla base di questi dati di contesto, l'equilibrio per il triennio 2012-2014 è stato conseguito ricorrendo a tutte le risorse finanziarie presenti all'interno del bilancio a legislazione vigente, impiegando in particolare integralmente l'avanzo di amministrazione già assegnato agli esercizi 2012 e 2013 e riducendo considerevolmente l'ammontare dei fondi di riserva per le spese impreviste rispetto al triennio precedente; quanto alle principali risultanze finanziarie, nel 2012 si prevede una diminuzione della spesa effettiva, riferita cioè al complesso delle spese correnti e in conto capitale, pari a -1,85 per cento rispetto al 2011, diminuzione che si attesta a -2,47 per cento se calcolata sul totale della spesa al netto delle quote da versare al bilancio dello Stato;

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina