mercoledì 22 febbraio | 15:39
pubblicato il 18/lug/2011 20:42

Costi politica/ Domani prima tappa tagli Camera, si muove governo

Bozza riforma Carta domani in preconsiglio:Dimezzare parlamentari

Costi politica/ Domani prima tappa tagli Camera, si muove governo

Roma, 18 lug. (askanews) - Ieri il presidente della Camera, Gianfranco Fini, rispondeva all'appello del Fatto quotidiano sulla riduzione dei costi della politica, sostenendo che "c'è materiale per tagli significativi" ma che "va verificato se c'è la volontà di farlo". E oggi la risposta comune a tutti i gruppi parlamentari sembra essere positiva: il Pd rilancia la sua battaglia sui annunciando di voler portare avanti il pacchetto di proposte per il taglio ad auto e voli blu e ai vitalizi dei parlamentari riportandoli al sistema previdenziale in vigore per tutti gli altri cittadini iscritti all'Inps; per il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, "è indispensabile un serio ridimensionamento dei costi della politica"; per il leader Udc, Pier Ferdinando Casini bisogna "decurtare il bilancio della Camera". Un lavoro quest'ultimo che, come conferma lo stesso Cicchitto, "è in corso": domani pomeriggio alle 17 si incontreranno i Questori di Camera e Senato per individuare i risparmi possibili e, per quanto riguarda il bilancio di Montecitorio, lo stesso Fini sottoporrà le sue idee ai questori della Camera. Ne verrà fuori un progetto di bilancio che giovedì sarà esaminato in ufficio di presidenza a Montecitorio e poi in Aula da lunedì prossimo 25 luglio. Da domani insomma si cercherà di ridimensionare ancor di più il testo del progetto di bilancio 2011 deliberato dall'ufficio di presidenza nelle riunioni del 21 dicembre 2010 e del 30 marzo 2011 che già prevedeva una riduzione del trattamento economico dei deputati e dei dipendenti impegnandosi a restituire in tre anni al bilancio dello Stato una somma complessiva di 60 milioni di euro. Uno dei capitoli sotto osservazione è quello degli ex deputati per cui, prima della nuova bufera contro i costi della politica, era stato deciso che le previsioni, pari a 139 milioni di euro, rimanessero invariate rispetto al 2010. Dieci milioni di euro saranno risparmiati dalla sospensione dei contratti di affitto di Palazzi Marini e nel mirino ci sono pure le auto blu, la ristorazione e le spese dell'amministrazione della Camera. Oggi intanto un segnale è arrivato dal governo attraverso la bozza di riforma costituzionale messa a punto dal ministero delle Riforme: nel testo viene dimezzato il numero dei parlamentari e viene scritto nella Costituzione che i loro stipendi saranno legati alla loro effettiva partecipazione ai lavori. "Siamo passati ai fatti", sottolinea il ministro leghista Roberto Calderoli. Ma il cammino del testo che verrà sottoposto domani al preconsiglio dei ministri è lungo almeno quattro passaggi parlamentari.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%