domenica 11 dicembre | 15:34
pubblicato il 18/lug/2011 20:42

Costi politica/ Domani prima tappa tagli Camera, si muove governo

Bozza riforma Carta domani in preconsiglio:Dimezzare parlamentari

Costi politica/ Domani prima tappa tagli Camera, si muove governo

Roma, 18 lug. (askanews) - Ieri il presidente della Camera, Gianfranco Fini, rispondeva all'appello del Fatto quotidiano sulla riduzione dei costi della politica, sostenendo che "c'è materiale per tagli significativi" ma che "va verificato se c'è la volontà di farlo". E oggi la risposta comune a tutti i gruppi parlamentari sembra essere positiva: il Pd rilancia la sua battaglia sui annunciando di voler portare avanti il pacchetto di proposte per il taglio ad auto e voli blu e ai vitalizi dei parlamentari riportandoli al sistema previdenziale in vigore per tutti gli altri cittadini iscritti all'Inps; per il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, "è indispensabile un serio ridimensionamento dei costi della politica"; per il leader Udc, Pier Ferdinando Casini bisogna "decurtare il bilancio della Camera". Un lavoro quest'ultimo che, come conferma lo stesso Cicchitto, "è in corso": domani pomeriggio alle 17 si incontreranno i Questori di Camera e Senato per individuare i risparmi possibili e, per quanto riguarda il bilancio di Montecitorio, lo stesso Fini sottoporrà le sue idee ai questori della Camera. Ne verrà fuori un progetto di bilancio che giovedì sarà esaminato in ufficio di presidenza a Montecitorio e poi in Aula da lunedì prossimo 25 luglio. Da domani insomma si cercherà di ridimensionare ancor di più il testo del progetto di bilancio 2011 deliberato dall'ufficio di presidenza nelle riunioni del 21 dicembre 2010 e del 30 marzo 2011 che già prevedeva una riduzione del trattamento economico dei deputati e dei dipendenti impegnandosi a restituire in tre anni al bilancio dello Stato una somma complessiva di 60 milioni di euro. Uno dei capitoli sotto osservazione è quello degli ex deputati per cui, prima della nuova bufera contro i costi della politica, era stato deciso che le previsioni, pari a 139 milioni di euro, rimanessero invariate rispetto al 2010. Dieci milioni di euro saranno risparmiati dalla sospensione dei contratti di affitto di Palazzi Marini e nel mirino ci sono pure le auto blu, la ristorazione e le spese dell'amministrazione della Camera. Oggi intanto un segnale è arrivato dal governo attraverso la bozza di riforma costituzionale messa a punto dal ministero delle Riforme: nel testo viene dimezzato il numero dei parlamentari e viene scritto nella Costituzione che i loro stipendi saranno legati alla loro effettiva partecipazione ai lavori. "Siamo passati ai fatti", sottolinea il ministro leghista Roberto Calderoli. Ma il cammino del testo che verrà sottoposto domani al preconsiglio dei ministri è lungo almeno quattro passaggi parlamentari.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina