lunedì 16 gennaio | 22:55
pubblicato il 28/ago/2014 08:38

Costa: tavolo non saltera' ma riforma giustizia poco garantista

(ASCA) - Roma, 28 ago 2014 - "Una buona riforma non sacrifica le garanzie". Lo dice in un'intervista a Repubblica il vice ministro della Giustizia, Enrico Costa, di Ncd. "Per noi - sottolinea - non puo' essere sacrificato il principio della ragionevole durata del processo. E' sbagliato limitare gli appelli e i ricorsi ai gradi successivi".

Costa pianta dei paletti anche su intercettazioni e riforma della prescrizione. "I processi - spiega - non devono andare in fumo per prescrizione, ma i tempi non possono essere troppo dilatati.

L'incombere della prescrizione e' uno stimolo per il giudice ad accelerare i tempi".

Il vice ministro, pero', assicura: "La riforma si fara' e a differenza del passato tocchera' e risolvera' temi che da sempre hanno diviso la politica e l'opinione pubblica".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello