lunedì 05 dicembre | 03:36
pubblicato il 04/mar/2013 18:00

Cosentino: Quagliariello (Pdl), da magistratura notevole contorsionismo

Cosentino: Quagliariello (Pdl), da magistratura notevole contorsionismo

(ASCA) - Roma, 4 mar - ''Nei confronti di Nicola Cosentino la magistratura ha dato prova di una notevole capacita' di contorsionismo: prima Cosentino doveva andare in carcere in quanto parlamentare e/o candidato, ora pur non essendo parlamentare deve andare in carcere lo stesso''. Lo dichiara Gaetano Quagliariello, vicecapogruppo vicario del PdL al Senato.

''Se ce ne fosse ancora bisogno - prosegue - tale contraddittorieta' e' la dimostrazione di come tutto questo non risponda a esigenze di giustizia ma a logiche di altra natura. Nei giorni precedenti alla composizione delle liste elettorali, molti autorevoli commentatori sostennero che Cosentino non avrebbe dovuto essere candidato in ossequio a un criterio di opportunita'. Ci aspettiamo ora - conclude Quagliariello - che quegli stessi commentatori, per onesta' intellettuale, evidenzino come la decisione della magistratua sia quantomeno inopportuna''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari