sabato 03 dicembre | 19:20
pubblicato il 11/gen/2012 21:54

Cosentino/ Bossi riaccende speranze Cav, Lega si conterà in Aula

E' sfida aperta a Maroni. Voci su incontro Berlusconi-senatùr

Cosentino/ Bossi riaccende speranze Cav, Lega si conterà in Aula

Roma, 11 gen. (askanews) - Contarsi sull'arresto preventivo di un deputato della Repubblica. E' questa l'immagine che emerge osservando il cambio di rotta della Lega Nord sul caso che coinvolge Nicola Cosentino, il parlamentare del Pdl sul quale domani l'Aula della Camera sarà chiamata a decidere. E' Umberto Bossi, dopo almeno due giorni di pressing asfissiante del Popolo della libertà, a ottenere da Umberto Bossi una pubblica presa di posizione che di fatto 'sconfessa' la linea espressa da Roberto Maroni alla vigilia del voto della Giunta sulle autorizzazioni e sancisce un'ulteriore divaricazione tra l'ex ministro dell'Interno e il senatùr. La libertà di coscienza annunciata da Bossi non rende da sola il senso politico della 'sorpresa' serale del fondatore del Carroccio. Sono le parole a pesare come pietre, questa volta a favore di Cosentino: "Credo diremo no. Nelle carte non c'è nulla. Bisogna stare tranquilli quando si parla di arresti". Parole che si discostano parecchio da quanto i 'maroniti' andavano ripetendo per tutto il giorno in Transatlantico, convinti della necessità di non vedere sconfitta la linea politica annunciata da Maroni giorni addietro. La reazione a caldo dell'ala maroniana assomiglia molto allo sgomento, il ragionamento è stringente: se Cosentino va in galera, Bossi è sconfessato; se Cosentino si salva, Maroni ha perso; in ogni caso la Lega esce da questa vicenda devastata. Si diffondono voci su possibili incontri o contatti telefonici serali tra i due leader. Certo è che mentre Silvio Berlusconi riceveva a Palazzo Grazioli Cosentino, Bossi ridava ossigeno alle speranze del Pdl. Dalle parti di palazzo Grazioli si resta cautim, ma trapela che anche oggi l'ex premier avrebbe spiegato così le ragioni del no all'arresto: "Sono fiducioso, il Pdl è compatto e non c'è alcun elemento che fa giustificare l'arresto. Spero votino solo secondo coscienza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Riforme
Referendum, Grillo: Paese spaccato, vincere o perdere è uguale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari