mercoledì 07 dicembre | 15:44
pubblicato il 04/ott/2012 15:56

Corruzione/ Severino salva toghe fuori ruolo, verso ok Pdl-Pd

Modifiche anche per traffico influenze e mazzette fra privati

Corruzione/ Severino salva toghe fuori ruolo, verso ok Pdl-Pd

Roma, 4 ott. (askanews) - Una 'sanatoria' quasi generalizzata per le carriere parallele dei magistrati fuori ruolo è la chiave scelta dal ministro della Giustizia Paola Severino per unire la maggioranza sul ddl anticorruzione. Tre gli emendamenti presentati dalla guardasigilli stamattina al Senato: su traffico di influenze, corruzione fra privati e appunto fuori ruolo, un punto quest'ultimo sul quale ci sono state, racconta una fonte parlamentare di centrodestra, "fortissime pressioni soprattutto dal Pd" ma che in realtà "va bene anche al Pdl". Da Pd, Idv e per certi aspetti dal Pdl si sono già levate le prime voci favorevoli al ritiro totale o parziale degli emendamenti (l'Udc aveva deciso preliminarmente di non presentarne, delegando di fatto la mediazione al ministro). Il termine per i subemendamenti alle proposte del Governo è lunedì 8 alle ore 12. Le commissioni sono pronte anche alla notturna martedì per concludere l'iter e consentire al'aula di esaminare il testo già mercoledì. Martedì il Governo esprimerà i pareri sugli emendamenti ma Severino ha già lasciato intendere, in commissione, di avere un orientamento negativo su tutti gli altri: "Penso - ha spiegato il presidente dela commissione Giustizia Filippo Berselli (Pdl)- che non sarà favorevole agli altri emendamenti". Restano quindi i limiti denunciati oggi dal dipietrista Luigi Li Gotti, per l'assenza di alcuni efficaci strumenti per la lotta alla corruzione, come nuove norme sul falso in bilancio o l'introduzione del reato di autoriciclaggio, da tempo richiesto dalle istituzioni internazionali. Ma vanno in archivio, salvo sorprese che al Senato sono sempre possibili se resuscita la vecchia maggioranza Pdl-Lega, anche le varie proposte del Pdl ribattezzate 'salva-Ruby' perché destinate a sterilizzare le accuse di concussione rivolte a Silvio Berlusconi nel processo in corso a Milano; e l'emendamento 'anti-Batman' lanciato in pompa magna dal Pdl dopo lo scandalo dei fondi regionali nel Lazio. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni