martedì 06 dicembre | 15:10
pubblicato il 08/giu/2012 19:00

Corruzione/ Severino: Fiducia o governo a casa. Idv: Ci ripensi

Dipietristi: 'Forti riserve'. Udc: Non impedire incandidabilità

Corruzione/ Severino: Fiducia o governo a casa. Idv: Ci ripensi

Roma, 8 giu. (askanews) - Il ddl anticorruzione è un provvedimento "importante, corretto e condivisibile", sul quale il governo conferma di essere pronto a mettere la fiducia martedì alla Camera. Se non la otterrà, tornerà a casa, ha avvertito oggi da Lussemburgo il ministro della Giustizia Paola Severino. Parole che sono tornate a far discutere. Dal Pdl assicurano che la voteranno, il Pd lo farà sul testo "uscito dalle commissioni". Sempre nella maggioranza, l'Udc Mantini dice: "Auspichiamo che la legge anticorruzione sia approvata definitivamente nei prossimi giorni dal Parlamento. In ogni caso, l'eventuale richiesta del voto di fiducia da parte del governo non deve impedire l'immediata entrata in vigore della norma sull'incandidabilità in Parlamento dei condannati con sentenza definitiva per gravi reati". A chiedere ancora una volta un ripensamento è invece l'Idv. "Questo ddl anti-corruzione non ci convince. E non ci convince neanche il ricorso all'annunciata fiducia che, d'altra parte, non è più una novità per questo governo", dice il capogruppo dipietrista in commissione Giustizia Federico Palomba. "Manteniamo forti riserve sulla questione della derubricazione della concussione per induzione, un'ipotesi che non ha un fondamento 'tecnico-giuridico', come invece sostenuto dal ministro Severino, e che deve dunque trovare altre soluzioni. - spiega Palomba - Con i nostri emendamenti abbiamo chiesto che i reati di concussione e corruzione vengano trattati allo stesso modo. In materia di concussione continuiamo a pensarla come la magistratura milanese perché non è solo una norma 'salva-Ruby' ma anche 'salva-Penati' e 'ammazza-processi'". "Punire, infatti, meno severamente la concussione per induzione significa non solo abbassare il livello di guardia - conclude - ma arrivare all'estinzione di molti processi, compresi quelli a carico di imputati eccellenti dei partiti di governo. Confidiamo dunque sul fatto che il ministro Severino voglia tornare sui suoi passi. In questo caso troverebbe il consenso dell'Idv".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Cina: vino batte riso per prima volta nella storia
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni