domenica 22 gennaio | 19:41
pubblicato il 08/giu/2012 19:00

Corruzione/ Severino: Fiducia o governo a casa. Idv: Ci ripensi

Dipietristi: 'Forti riserve'. Udc: Non impedire incandidabilità

Corruzione/ Severino: Fiducia o governo a casa. Idv: Ci ripensi

Roma, 8 giu. (askanews) - Il ddl anticorruzione è un provvedimento "importante, corretto e condivisibile", sul quale il governo conferma di essere pronto a mettere la fiducia martedì alla Camera. Se non la otterrà, tornerà a casa, ha avvertito oggi da Lussemburgo il ministro della Giustizia Paola Severino. Parole che sono tornate a far discutere. Dal Pdl assicurano che la voteranno, il Pd lo farà sul testo "uscito dalle commissioni". Sempre nella maggioranza, l'Udc Mantini dice: "Auspichiamo che la legge anticorruzione sia approvata definitivamente nei prossimi giorni dal Parlamento. In ogni caso, l'eventuale richiesta del voto di fiducia da parte del governo non deve impedire l'immediata entrata in vigore della norma sull'incandidabilità in Parlamento dei condannati con sentenza definitiva per gravi reati". A chiedere ancora una volta un ripensamento è invece l'Idv. "Questo ddl anti-corruzione non ci convince. E non ci convince neanche il ricorso all'annunciata fiducia che, d'altra parte, non è più una novità per questo governo", dice il capogruppo dipietrista in commissione Giustizia Federico Palomba. "Manteniamo forti riserve sulla questione della derubricazione della concussione per induzione, un'ipotesi che non ha un fondamento 'tecnico-giuridico', come invece sostenuto dal ministro Severino, e che deve dunque trovare altre soluzioni. - spiega Palomba - Con i nostri emendamenti abbiamo chiesto che i reati di concussione e corruzione vengano trattati allo stesso modo. In materia di concussione continuiamo a pensarla come la magistratura milanese perché non è solo una norma 'salva-Ruby' ma anche 'salva-Penati' e 'ammazza-processi'". "Punire, infatti, meno severamente la concussione per induzione significa non solo abbassare il livello di guardia - conclude - ma arrivare all'estinzione di molti processi, compresi quelli a carico di imputati eccellenti dei partiti di governo. Confidiamo dunque sul fatto che il ministro Severino voglia tornare sui suoi passi. In questo caso troverebbe il consenso dell'Idv".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4