lunedì 27 febbraio | 05:32
pubblicato il 31/ott/2012 12:58

Corruzione/ Severino: Falso parlare di compromessi al ribasso

"Inserendo altre norme avremmo rallentato o blooccato ddl"

Corruzione/ Severino: Falso parlare di compromessi al ribasso

Roma, 31 ott. (askanews) - Si poteva fare di più nel ddl anticorruzione? Per il ministro della Giustizia Paola Severino "sembra il ritornello della canzone. E comunque io non l'ho mai detto". Conversando con i cronisti alla Camera dopo il voto finale sul provvedimento, la guardasigilli ha precisato che "non è corretto parlare di compromessi al ribasso, come qualcuno ha fatto. Le altre norme che avremmo dovuto inserire le cito tutte, così ci rendiamo tuitti conto di quanto avrebbero rallentato se non bloccato l'approvazione del ddl: prescrizione, autoriciclaggio, falso in bilancio e voto di scambio". Si tratta di norme "su cui il Parlamento dibatte da anni - ha osservato Severino - e sulle quali ora viene espressa una volontà politica che non posso non apprezzare. Questo Governo ha le risorse tecniche per offrire il suo contributo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech