domenica 26 febbraio | 09:50
pubblicato il 28/set/2012 05:10

Corruzione/ Severino cauta su fiducia, Pd-Udc la chiedono

Voto su ddl in commissione entro il 15.Presentati 124 emendamenti

Corruzione/ Severino cauta su fiducia, Pd-Udc la chiedono

Roma, 28 set. (askanews) - La fiducia sul ddl anticorruzione non esce dal radar del Governo, ma per ora "è prematuro parlarne", ha ribadito il ministro della Giustizia Paola Severino, soddisfatta per ora dagli impegni di calendario al Senato, che dovrebbero garantire la fine dell'iter in commissione Affari costituzionali e Giustizia entro il 15 ottobre. Il suo collega della Pa Filippo Patroni Griffi si è limitato a spiegare la procedura: "Il Governo deve decidere in maniera collegiale nel momento in cui la questione si porrà", ha affermato. Alla scadenza del termine degli emendamenti sono 124 le proposte depositate, 52 dal Pdl, 41 dal Pd, nessuna dall'Udc. Fiducia che ieri è stata chiesta di nuovo da Pier Luigi Bersani, sottolineando che "è stata usata anche per cose di minor rilievo", e da Pier Ferdinando Casini, "siamo disponibili - ha detto - a votarla senza condizioni. Ogni rinvio sarebbe inammissibile". Ma la questione di fiducia come arma per superare ogni resistenza è stata ipotizzata perfino dall'Idv, che resta molto critico su alcuni aspetti del provvedimento: "Allo smantellamento dell'anticorruzione e ai ricatti, si risponde in un solo modo: il Governo - hanno detto Antonio Di Pietro e il responsabile giustizia del partito Luigi Li Gotti - ponga la fiducia, subito e senza indulgere, perché stiamo facendo ridere l'Europa". Si procede "tappa per tappa, leggerò gli emendamenti", ha detto ancora la guardasigilli ma, ha aggiunto, l'approvazione di un testo entro la legislatura è "un obiettivo condiviso". Dopo aver segnalato la sua indisponibilità a emendamenti soppressivi per non far crollare "la piramide" delle nuove norme, la guardasigilli ha incassato un'apertura da Filippo Berselli (Pdl), presentatore proprio di un emendamento soppressivo sul nuovo reato del traffico di influenze illecite. "Ho presentato un emendamento soppressivo - ha detto l'esponente azzurro - ma in Parlamento si parla. Sono pronto al confronto col ministro per trovare soluzioni migliori rispetto al testo approvato dalla Camera".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech