sabato 03 dicembre | 02:05
pubblicato il 28/set/2012 05:10

Corruzione/ Severino cauta su fiducia, Pd-Udc la chiedono

Voto su ddl in commissione entro il 15.Presentati 124 emendamenti

Corruzione/ Severino cauta su fiducia, Pd-Udc la chiedono

Roma, 28 set. (askanews) - La fiducia sul ddl anticorruzione non esce dal radar del Governo, ma per ora "è prematuro parlarne", ha ribadito il ministro della Giustizia Paola Severino, soddisfatta per ora dagli impegni di calendario al Senato, che dovrebbero garantire la fine dell'iter in commissione Affari costituzionali e Giustizia entro il 15 ottobre. Il suo collega della Pa Filippo Patroni Griffi si è limitato a spiegare la procedura: "Il Governo deve decidere in maniera collegiale nel momento in cui la questione si porrà", ha affermato. Alla scadenza del termine degli emendamenti sono 124 le proposte depositate, 52 dal Pdl, 41 dal Pd, nessuna dall'Udc. Fiducia che ieri è stata chiesta di nuovo da Pier Luigi Bersani, sottolineando che "è stata usata anche per cose di minor rilievo", e da Pier Ferdinando Casini, "siamo disponibili - ha detto - a votarla senza condizioni. Ogni rinvio sarebbe inammissibile". Ma la questione di fiducia come arma per superare ogni resistenza è stata ipotizzata perfino dall'Idv, che resta molto critico su alcuni aspetti del provvedimento: "Allo smantellamento dell'anticorruzione e ai ricatti, si risponde in un solo modo: il Governo - hanno detto Antonio Di Pietro e il responsabile giustizia del partito Luigi Li Gotti - ponga la fiducia, subito e senza indulgere, perché stiamo facendo ridere l'Europa". Si procede "tappa per tappa, leggerò gli emendamenti", ha detto ancora la guardasigilli ma, ha aggiunto, l'approvazione di un testo entro la legislatura è "un obiettivo condiviso". Dopo aver segnalato la sua indisponibilità a emendamenti soppressivi per non far crollare "la piramide" delle nuove norme, la guardasigilli ha incassato un'apertura da Filippo Berselli (Pdl), presentatore proprio di un emendamento soppressivo sul nuovo reato del traffico di influenze illecite. "Ho presentato un emendamento soppressivo - ha detto l'esponente azzurro - ma in Parlamento si parla. Sono pronto al confronto col ministro per trovare soluzioni migliori rispetto al testo approvato dalla Camera".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari