lunedì 27 febbraio | 04:45
pubblicato il 09/giu/2014 12:18

Corruzione: Morani, possibile Pd parte civile contro indagati partito

(ASCA) - Roma, 9 giu 2014 - ''Non escludo affatto che il Partito democratico si costituisca parte civile contro eventuali suoi esponenti indagati per corruzione. Qualora ci fosse l'accertamento dei reati, ma senza necessariamente aspettare una condanna di primo grado''. Lo ha detto Alessia Morani (Pd), intervistata questa mattina durante 'KlausCondicio', talk in onda su You Tube. ''Ritengo che possa essere un atto di massima trasparenza e un messaggio all'elettorato - aggiunge Morani -. Ovviamente su questi temi la decisione ultima spetta solo al nostro segretario. A mio avviso comunque va fatta pulizia e non possiamo permettere che la nostra classe dirigente sia coinvolta minimamente in storie poco chiare, una volta accertate le responsabilita'. Nel nostro codice etico e' prevista l'espulsione per alcuni reati gravi, talmente infamanti per i quali non si puo' aspettare una condanna''.

com-sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech