martedì 17 gennaio | 10:23
pubblicato il 04/feb/2014 19:31

Corruzione: Ministero PA, Ue conferma apprezzamento lavoro Italia

(ASCA) - Roma, 4 feb 2014 - ''Il Rapporto Anticorruzione 2014 della Commissione Europea conferma, al di la' di quanti abbiano voluto coglierne solo gli aspetti critici, che l'Italia sta facendo un lavoro importante e apprezzato su un tema fondamentale per lo sviluppo del Paese come la lotta ai fenomeni corruttivi''. Lo si legge in una nota del Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione pubblicata sul sito funzionepubblica.gov.it . ''E' la stessa Commissione Ue, infatti - spiega il ministero guidato da Gianpiero D'Alia - a sottolineare la portata innovativa delle norme approvate in questi ultimi anni, che - sottolinea il documento - hanno ''riequilibrato la strategia rafforzandone l'aspetto preventivo e potenziando la responsabilita' (accountability) dei pubblici ufficiali'.

Viene lodata inoltre ''l'ambizione di questo nuovo approccio sulle politiche di integrita' nella pubblica amministrazione'''.

''La Relazione della Commissione - spiega il ministero - da' conto, poi, di un complessivo miglioramento dell'impianto normativo e amministrativo in materia di legalita' in generale e in particolare di contrasto alla corruzione: nel rapporto si ricorda che e' stato approvato il Piano Nazionale Anticorruzione e se ne valorizzano le caratteristiche di approccio finalizzato all'emersione del rischio corruttivo e di individuazione di misure anticorruzione, che e' stata prevista la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower) e si incoraggia il completamento della disciplina, che nel decreto sull'incandidabilita' sono previsti termini particolarmente lunghi ed efficaci e che le norme hanno gia' trovato applicazione (anche in casi di ineleggibilita'), che e' stata varata una nuova disciplina sul finanziamento ai partiti (decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149), che la vigilanza sui conflitti di interesse e' ben svolta dall'autorita' garante della concorrenza, che il sistema degli appalti e' stato reso piu' trasparente nelle procedure e nel controllo dei flussi finanziari, che e' aumentato il ricorso all'amministrazione elettronica''. ''A cio' si aggiunge - prosegue Palazzo Vidoni - il riconoscimento alla ''Bussola della trasparenza'', strumento del Ministro per la pubblica amministrazione di monitoraggio dei siti web delle amministrazioni pubbliche, inserita tra le best practices per la trasparenza''. ''Va colta dunque nel senso migliore - conclude la nota del ministero Pa - l'azione di stimolo dell'Unione Europea nei confronti dell'Italia e degli altri Paesi europei: il governo italiano, come ha ribadito ancora oggi il presidente Letta, e' pronto ad alzare sempre di piu' il livello di contrasto dotandosi di strumenti nuovi, come l'introduzione del reato di autoriciclaggio o la modifica del reato di voto di scambio (gia' approvata dal Senato), necessari per una lotta a tutto campo contro la corruzione e gli altri fenomeni di illegalita'''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello