mercoledì 07 dicembre | 10:17
pubblicato il 04/feb/2014 19:31

Corruzione: Ministero PA, Ue conferma apprezzamento lavoro Italia

(ASCA) - Roma, 4 feb 2014 - ''Il Rapporto Anticorruzione 2014 della Commissione Europea conferma, al di la' di quanti abbiano voluto coglierne solo gli aspetti critici, che l'Italia sta facendo un lavoro importante e apprezzato su un tema fondamentale per lo sviluppo del Paese come la lotta ai fenomeni corruttivi''. Lo si legge in una nota del Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione pubblicata sul sito funzionepubblica.gov.it . ''E' la stessa Commissione Ue, infatti - spiega il ministero guidato da Gianpiero D'Alia - a sottolineare la portata innovativa delle norme approvate in questi ultimi anni, che - sottolinea il documento - hanno ''riequilibrato la strategia rafforzandone l'aspetto preventivo e potenziando la responsabilita' (accountability) dei pubblici ufficiali'.

Viene lodata inoltre ''l'ambizione di questo nuovo approccio sulle politiche di integrita' nella pubblica amministrazione'''.

''La Relazione della Commissione - spiega il ministero - da' conto, poi, di un complessivo miglioramento dell'impianto normativo e amministrativo in materia di legalita' in generale e in particolare di contrasto alla corruzione: nel rapporto si ricorda che e' stato approvato il Piano Nazionale Anticorruzione e se ne valorizzano le caratteristiche di approccio finalizzato all'emersione del rischio corruttivo e di individuazione di misure anticorruzione, che e' stata prevista la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower) e si incoraggia il completamento della disciplina, che nel decreto sull'incandidabilita' sono previsti termini particolarmente lunghi ed efficaci e che le norme hanno gia' trovato applicazione (anche in casi di ineleggibilita'), che e' stata varata una nuova disciplina sul finanziamento ai partiti (decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149), che la vigilanza sui conflitti di interesse e' ben svolta dall'autorita' garante della concorrenza, che il sistema degli appalti e' stato reso piu' trasparente nelle procedure e nel controllo dei flussi finanziari, che e' aumentato il ricorso all'amministrazione elettronica''. ''A cio' si aggiunge - prosegue Palazzo Vidoni - il riconoscimento alla ''Bussola della trasparenza'', strumento del Ministro per la pubblica amministrazione di monitoraggio dei siti web delle amministrazioni pubbliche, inserita tra le best practices per la trasparenza''. ''Va colta dunque nel senso migliore - conclude la nota del ministero Pa - l'azione di stimolo dell'Unione Europea nei confronti dell'Italia e degli altri Paesi europei: il governo italiano, come ha ribadito ancora oggi il presidente Letta, e' pronto ad alzare sempre di piu' il livello di contrasto dotandosi di strumenti nuovi, come l'introduzione del reato di autoriciclaggio o la modifica del reato di voto di scambio (gia' approvata dal Senato), necessari per una lotta a tutto campo contro la corruzione e gli altri fenomeni di illegalita'''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni