domenica 04 dicembre | 20:14
pubblicato il 16/feb/2013 12:23

Corruzione: Flick, nessun accordo tra procure ne' coincidenze

Corruzione: Flick, nessun accordo tra procure ne' coincidenze

(ASCA) - Roma, 16 feb - ''Non c'e' ne' un accordo tra procure, ne' una coincidenza'': lo ha detto Giovanni Maria Flick, ex presidente della Corte Costituzionale e candidato al Senato con il Centro Democratico di Bruno Tabacci, in un'intervista al Messaggero in merito ai cinque arresti nelle ultime quarantotto ore, proprio a ridosso delle elezioni.

Non c'e' alcun legame tra inchieste ed elezioni secondo Flick che ha spiegato: ''Ogni processo ha i suoi tempi e le situazioni sono profondamente diverse le una dalle altre.

Comincerei a distinguere le ipotesi di custodia cautelare, cioe' gli arresti, dalle ipotesi in cui per esempio si parli della conclusione delle indagini preliminari, e penso alla vicenda milanese. O ancora, ci sono le ipotesi in cui c'e' stata una sentenza di condanna''.

''Non vedo la possibilita' -ha aggiunto- di stabilire un comune disegno criminoso tra reati diversi e processi con tempi diversi''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari