sabato 03 dicembre | 23:37
pubblicato il 29/set/2014 18:07

Corbetta: in Emilia disastro primarie Pd, ennesimo svilimento

Da Ist. Cattaneo: per il Pd sottraggono potere alla nomenclatura (ASCA) - Bologna, 29 set 2014 - Poteva essere una "vera battaglia democratica", con candidati di prim'ordine. In Emilia-Romagna, invece, domenica si e' consumato l'ennesimo "svilimento delle primarie" con il risultato di aver allontanato ancora di piu' gli elettori alla politica e ai partiti. La colpa del "disastro" delle primarie per il candidato alla successione di Vasco Errani in Regione, secondo Piergiorgio Corbetta, professore di sociologia all'universita' di Bologna, del direttivo dell'Istituto Cattaneo, e' da attribuire tutta al Partito democratico che da sempre mal digerisce la consultazione interna, considerata una "sottrazione di potere alla nomenclatura". Gli 800 seggi "deserti" tra Piacenza e Rimini (solo 58 mila hanno votato in una regione dove il Pd conta circa 75 mila iscritti), con la vittoria di Stefano Bonaccini (61%) su Roberto Balzani (39%), consegnano un risultato senza ambiguita': "e' stato un vero disastro" spiega Corbetta che per l'Istituto Cattaneo ha studiato le primarie del centrosinistra dalla nascita, dal 2005 quando 3,1 milioni di elettori incoronarono Romano Prodi come candidato premier. Per il professore di sociologia sono reali le giustificazioni portate dai candidati a urne chiuse - pochissimo tempo per la campagna elettorale e nessun "traino nazionale" - alle quali va aggiunto un pressoche' totale disinteressamento dei giornali nazionali e una scarsa attenzione all'argomento di quelli locali: "e' stato sottovalutato l'appuntamento: qui non si sceglieva il candidato alle elezioni ma, grazie allo straordinario consenso del centrosinistra in questa terra, di fatto si sceglieva il neopresidente della Regione. Erano primarie molto importanti". (segue) Pat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Riforme
Referendum, Salvini cavalca no per battezzare destra trumpista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari