domenica 04 dicembre | 16:09
pubblicato il 27/gen/2014 17:13

Contraffazione: Tajani, lotta va condotta a livello europeo o perdiamo

Contraffazione: Tajani, lotta va condotta a livello europeo o perdiamo

(ASCA) - Roma, 27 gen 2014 - Anche per portare a un livello efficiente la lotta alla contraffazione e' necessario ''piu' Europa e non meno Europa''. E' quanto sottolinea il vicepresidente della commissione Ue, Antonio Tajani intervenendo al convegno in corso a Palazzo Giustinaini dedicato alla ''Lotta contro la contraffazione e rilancio della crescita''.

''La lotta alla contraffazione - ha sottolineato Tajani - va condotta a livello europeo, altrimenti la perdiamo. Serve un rafforzamento del coordinamento in primis tra dogane e forze dell'ordine, per rendere piu' efficaci i controlli, ma anche un rafforzamento della lotta alla criminalita' ed alla corruzione''.

La lotta alla contraffazione, che determina ''un danno enorme per le nostre imprese, con un giro d'affari annuo stimato in 200 miliardi di euro'', va dunque condotta ''innanzi tutto con un rafforzamento del coordinamento tra dogane e forze dell'ordine'' che trova esplicitazione nella proposta legislativa in corso di approvazione del Consiglio e della commissione. C'e' poi l'aspetto della tracciabilita' dei prodotti dove ''abbiamo introdotto all'art.7 la tracciabilita' del 'made in' per tutti i prodotti realizzati in Europa e commercializzati fuori di essa''. In quest'ambito ''c'e' la necessita' che l'Italia sostenga la posizione della commissione, e l'appello che lancio al governo e' che si adoperi per convincere in particolare i tedeschi, i quali temono che in 'made in' europeo indebilisca il 'made in' tedesco. La Germania apprezza il principio ma non l'impostazione del codice doganale: per loro per l'assegnazione del 'made in' conta la trasformazione piu' importante, mentre noi ci rifacciamo all'ultima trasfromazione. Si portebbe lavorare al compromesso, che potrebbe essere quello ad esempio di togliere i prodotti armonizzati da tale categoria dognale, in quanto meno sensibili alla necessita' del made in europeo''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari