giovedì 08 dicembre | 11:52
pubblicato il 25/mar/2013 12:00

Conti pubblici/Monti:Ad aprile Italia fuori da deficit eccessivo

"Potremo sfruttare nuovi margini Ue e avremo più spazio manovra"

Conti pubblici/Monti:Ad aprile Italia fuori da deficit eccessivo

Roma, 25 mar. (askanews) - "Sulla base delle previsioni di inverno della Commissione, l'Italia uscirà con ogni probabilità dalla procedura di deficit eccessivo nell'Aprile 2013". Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo in Senato sull'edito dell'ultimo Consiglio Europeo. Uscendo dalla procedura di deficit eccessivo, l'Italia dunque "entrerà nella parte preventiva del Patto di Stabilità, e potrà quindi usare i nuovi margini di flessibilità" decisi proprio dall'ultimo COnsiglio Europeo" per azioni volte a rafforzare l'economia e sostenere gli investimenti". Certo, "non si tratta ancora di una deroga generale che consente di contabilizzare gli investimenti produttivi al di fuori dal Patto di Stabilità e di crescita, cioè della cosiddetta 'golden rule', ma della possibilità che, nel valutare il percorso di uno Stato verso la situazione di equilibrio delle finanze pubbliche a medio termine, si tenga conto dell'impatto sulla crescita di tali investimenti". Quindi, "la formula usata dal Consiglio sta ad indicare che i Paesi che non hanno deficit eccessivo, possono aumentare il volume di determinate categorie di investimenti pubblici, in particolare quelli legati ai fondi strutturali e alle reti trans-europee, suscettibili di creare crescita futura e quindi di compensare nel tempo l'investimento iniziale": esattamente la situazione in cui si troverà l'Italia ad aprile. Dunque, osserva Monti, "le regole di base rimangono invariate, ma con questa interpretazione si evita una applicazione meccanicistica che ingabbia gli Stati membri, e si creano margini per gli investimenti pubblici proprio nel momento in cui è più appropriato sostenere l'economia. Si tratta di uno spazio di manovra vero, non effimero, anche se contenuto entro certi limiti e vincolato a spese per investimenti che hanno obiettivi di crescita, come i progetti cofinanziati dall'Unione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni