mercoledì 22 febbraio | 12:29
pubblicato il 25/mar/2013 12:00

Conti pubblici/Monti:Ad aprile Italia fuori da deficit eccessivo

"Potremo sfruttare nuovi margini Ue e avremo più spazio manovra"

Conti pubblici/Monti:Ad aprile Italia fuori da deficit eccessivo

Roma, 25 mar. (askanews) - "Sulla base delle previsioni di inverno della Commissione, l'Italia uscirà con ogni probabilità dalla procedura di deficit eccessivo nell'Aprile 2013". Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo in Senato sull'edito dell'ultimo Consiglio Europeo. Uscendo dalla procedura di deficit eccessivo, l'Italia dunque "entrerà nella parte preventiva del Patto di Stabilità, e potrà quindi usare i nuovi margini di flessibilità" decisi proprio dall'ultimo COnsiglio Europeo" per azioni volte a rafforzare l'economia e sostenere gli investimenti". Certo, "non si tratta ancora di una deroga generale che consente di contabilizzare gli investimenti produttivi al di fuori dal Patto di Stabilità e di crescita, cioè della cosiddetta 'golden rule', ma della possibilità che, nel valutare il percorso di uno Stato verso la situazione di equilibrio delle finanze pubbliche a medio termine, si tenga conto dell'impatto sulla crescita di tali investimenti". Quindi, "la formula usata dal Consiglio sta ad indicare che i Paesi che non hanno deficit eccessivo, possono aumentare il volume di determinate categorie di investimenti pubblici, in particolare quelli legati ai fondi strutturali e alle reti trans-europee, suscettibili di creare crescita futura e quindi di compensare nel tempo l'investimento iniziale": esattamente la situazione in cui si troverà l'Italia ad aprile. Dunque, osserva Monti, "le regole di base rimangono invariate, ma con questa interpretazione si evita una applicazione meccanicistica che ingabbia gli Stati membri, e si creano margini per gli investimenti pubblici proprio nel momento in cui è più appropriato sostenere l'economia. Si tratta di uno spazio di manovra vero, non effimero, anche se contenuto entro certi limiti e vincolato a spese per investimenti che hanno obiettivi di crescita, come i progetti cofinanziati dall'Unione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%