domenica 22 gennaio | 06:58
pubblicato il 15/feb/2014 18:25

Consultazioni: Giannini (SC), serve shock ma con patto condiviso

Consultazioni: Giannini (SC), serve shock ma con patto condiviso

(ASCA) - Roma, 15 feb 2014 - ''Ci aspettiamo dal Presidente del Consiglio incaricato un vero e proprio piano-shock per l'occupazione, per la riduzione della pressione fiscale, innanzitutto attraverso il taglio della spesa pubblica, e per il recupero di competitivita' del mondo produttivo e ci aspettiamo risposte e misure concrete per il contrasto al disagio e alla sofferenza sociale, ancora molto acuta nelle fasce piu' deboli''. Tutto questo con ''un metodo di lavoro che proporremo al presidente incaricato e alla maggioranza'' e che sara' ''lo stesso che avevamo proposto fin dall'inizio della legislatura, in coerenza con la linea politica del nostro partito e con la nostra attenzione prioritaria ai contenuti dell'azione di governo: la discussione e la definizione di un patto di coalizione che dia tempi certi e priorita' condivise per tutta la durata della legislatura''.

Lo afferma Stefania Giannini, segretario di Scelta Civica, al termine del colloquio con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Scelta Civica, continua Giannini, ''ha segnalato al Presidente della Repubblica che il prossimo Governo dovra' essere impegnato con coraggio e ambizione sui temi che ancora costituiscono l'emergenza italiana: lavoro, pressione fiscale e crescita economica. Al Paese, entro i prossimi giorni, dovranno essere dati segnali chiari di forte discontinuita' rispetto a un'ultima fase di legislatura che ha peccato di immobilismo. Auspichiamo che questa legislatura, insieme alle riforme strutturali che riguardano il mondo del lavoro e dell'economia - sollecita Giannini - affronti e completi quelle riforme istituzionali su cui il Parlamento ha avviato il dibattito: la legge elettorale, il superamento del bicameralismo paritario, la forma di governo e la riforma del Titolo V della Costituzione. Le riforme istituzionali ed economico-sociali sono necessarie anche per rafforzare il ruolo dell'Italia nell'Unione Europea''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4