mercoledì 18 gennaio | 13:46
pubblicato il 29/ott/2014 09:08

Consulta: Violante rinuncia per fermare "deriva istituzioni"

Annuncia ritiro candidatura in una lettera al Corriere della Sera

Consulta: Violante rinuncia per fermare "deriva istituzioni"

Roma, 29 ott. (askanews) - Luciano Violante rinuncia alla sua candidatura a giudice costituzionale. E' lo stesso ex presidente della Camera ad annunciarlo attraverso una lettera aperta inviata al Corriere della Sera.

Violante ha sottolineato che "il protarsi della indecision nell'elezione dei giudici costituzionali - con il suo nome che non è mai riuscito a raggiungere il quorum di voti richiesto - "sta producendo un grave discredito delle istituzioni accentuato dal manifestarsi in aula, nel corso delle ultime votazioni, di comportamenti, limitati ma gravi, di dileggio del Parlamento". E' questa "una deriva che offende l'autorevolezza delle istituzioni e la dignita delle persone", ha aggiunto invitando a "scegliere altra personalita ritenuta piu idonea ad ottenere il consenso necessario".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa