domenica 22 gennaio | 02:44
pubblicato il 15/feb/2014 19:28

Consiglio ministri: Milanesi, ok 5 DLgs per norme Ue. Salute e rifugiati

Consiglio ministri: Milanesi, ok 5 DLgs per norme Ue. Salute e rifugiati

(ASCA) - Roma, 15 feb 2014 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri cinque decreti legislativi che recepiscono normative UE relative ad aspetti importanti della vita dei cittadini, quali la tutela della salute, le garanzie sui prodotti alimentari, la proprieta' intellettuale e i diritti dei rifugiati. Lo rende noto in un comunicato il ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi.

''I provvedimenti approvati ieri dal Consiglio dei Ministri - sottolinea il ministro - introducono rilevanti garanzie a tutela della salute dei cittadini, delle caratteristiche di prodotti di largo consumo, delle opere musicali e dei diritti dei rifugiati. Queste nuove norme, derivate dal recepimento di direttive UE, offrono esempi utili a comprendere l'ampiezza e la forza modernizzatrice dell'azione dell'Unione Europea, ben al di la' delle questioni macroeconomiche''. ''Inoltre - ha aggiunto il Ministro - con questi decreti si compie un ulteriore passo in avanti verso un migliore allineamento della normativa italiana a quella dell'Unione Europea, permettendo la chiusura di cinque procedure d'infrazione pendenti a carico dell'Italia. Altri diciotto decreti legislativi saranno adottati nelle prossime settimane, come previsto dalla 'Legge di delegazione europea' del luglio 2013. Il tempestivo adeguamento del nostro ordinamento al diritto dell'Unione Europea rappresenta un impegno ancor piu' stringente nella prospettiva del prossimo 'semestre' di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea''.

Un primo decreto legislativo, mira a contrastare, attraverso maggiori controlli sui farmaci provenienti da Paesi extra europei, il crescente fenomeno del commercio, anche via internet, di medicinali contraffatti. Un secondo DLgs garantisce maggiore sicurezza nel settore sanitario, attraverso la prevenzione delle ferite provocate dai dispositivi medici. Un terzo decreto introduce nuove norme in materia di succhi di frutta; eliminando, in particolare, la possibilita' di aggiungere zuccheri a tutti i tipi di succhi di frutta, per una maggiore tutela del prodotto e una corretta informazione dei consumatori. Un quarto estende da 50 a 70 anni la tutela del diritto d'autore in campo musicale. Si garantisce cosi' ad artisti, che abbiano iniziato da giovani la loro attivita', di beneficiare piu' a lungo dei proventi derivanti dalle loro opere, incentivandone la creazione. Un quinto decreto allinea la condizione della persona titolare di 'protezione sussidiaria' a quella di 'rifugiato', in conformita' alle norme europee e internazionali.

com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4