venerdì 24 febbraio | 12:28
pubblicato il 19/set/2014 14:46

Consiglio ministri: il comunicato di Palazzo Chigi (2)

(ASCA) - Roma, 19 set 2014 - Per l'elaborazione della dichiarazione precompilata, l'Agenzia delle Entrate utilizzera' le informazioni disponibili in Anagrafe tributaria (ad esempio la dichiarazione dell'anno precedente e i versamenti effettuati), i dati trasmessi da parte di soggetti terzi (ad esempio banche, assicurazioni ed enti previdenziali) e i dati contenuti nelle certificazioni rilasciate dai sostituti d'imposta con riferimento ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi (ad esempio, compensi per attivita' occasionali di lavoro autonomo).

A partire dalla dichiarazione dei redditi da presentare nel 2016, relativa all'anno d'imposta 2015, l'implementazione delle informazioni preliminarmente acquisite dall'Agenzia delle Entrate con i dati del sistema Tessera Sanitaria consentira' di inserire nella dichiarazione i dati relativi alle spese mediche, di assistenza specifica e delle spese sanitarie che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni d'imposta.

La norma prevede l'istituzione, all'interno dell'Agenzia delle Entrate, di un'apposita unita' di monitoraggio, la quale riceve e gestisce i dati contenuti nei flussi informativi sopra descritti, verificando la completezza, la qualita' e la tempestivita' delle trasmissioni.

Entro il 15 aprile di ciascun anno la dichiarazione precompilata viene resa disponibile in via telematica al contribuente, che puo' accettarla oppure modificarla, rettificando i dati comunicati dall'Agenzia e inserendo ulteriori informazioni. Il contribuente accede alla dichiarazione precompilata attraverso i seguenti canali: • direttamente on line tramite il sito internet dell'Agenzia delle Entrate; • conferendo apposita delega al proprio sostituto d'imposta che presta assistenza fiscale; • conferendo apposita delega a un centro di assistenza fiscale o a un professionista abilitato.

Con successivi provvedimenti del Direttore dell'Agenzia delle Entrate saranno individuati eventuali ulteriori sistemi alternativi per rendere disponibile al contribuente la propria dichiarazione precompilata. Rimane, comunque, ferma la possibilita' per il contribuente di presentare la dichiarazione dei redditi con le modalita' ordinarie, compilando il modello 730 o il modello Unico Persone fisiche.

int/dsk (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech