domenica 11 dicembre | 07:18
pubblicato il 01/mar/2014 15:43

Congresso Pse: Renzi lancia la sfida, scuola e lavoro per una nuova Europa

Congresso Pse: Renzi lancia la sfida, scuola e lavoro per una nuova Europa

(ASCA) - Roma, 1 mar 2014 - ''Si e' perso il senso della grandezza della sfida'' che deve portare i giovani a considerare l'Europa ''non un contenitore strano ma un luogo per loro naturale''. Una ''sfida da vincere'' avendo ''attenzione alla scuola, all'universita'' e alla ricerca''. Lo afferma il presidente del consiglio, Matteo Renzi, intervenendo al congresso Pse a Roma. Puntando sull'educazione dei giovani, sull'innovazione, sottolinea Renzi, si puo' costruire '' l'Europa sociale'' con un sistema che garantisca veramente il diritto allo studio. A questo proposito Renzi ricorda che ''Firenze e' diventata grande nel Rinascimento perche' la sua grandezza culturale e' stata favorita dai banchieri fiorentini, che investirono in operazioni culturali significative. Denari - sottolinea - che vennero investiti in una gigantesca operazione educativa. Addiruttura venne creato un meccanismo che permetteva a tutti di vivere la scuola come liberta'''. Se tutto questo accadra', sostiene Renzi, ''il Pd sara' orgoglioso di fare parte'' di questa Europa e ''lo sara' anche il governo che vuole arrivare al semestre di presidenza non solo avendo adempiuto agli obblighi ma per discutere di un nuovo modello di Europa''. Ma per fare questo, avverte ancora una volta il premier, l'Italia ''dovra' mettere ordine tra le sue priorita' di riforma: riforme strutturali, dal lavoro alla giustizia; nuova legge elettorale con con riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione; e infine quella gigantesca scommessa educativa, tecnologica sulla scuola a cominciare dal restituire agli insegnanti il valore che meritano''. Parlando di scuola, Renzi cita John Kennedy ricordando i suoi interventi sul tema, ''compiuti non perche' con obiettivi alla portata di mano ma perche' era un obiettivo difficile sui cui dover convogliare le risorse Usa. Ecco - dice il premier - analoga cosa e' per noi: l'Unione europea non e' la causa dei suoi problemi ma il luogo della loro soluzione''. Renzi ha anche sottolineato che ''oggi e' un giorno speciale per il Pd, e' un momento molto importante per tutti noi'', riferendosi all'adesione del Pd al Partito socialista europeo. Mentre sul fronte interno ha evidenziato l'esigenza che ''dobbiamo tenere in ordine i nostri conti non perche' ce lo chiede qualcuno di fuori ma perche' ce lo chiedono i nostri figli, le nuove generazioni''. fdv/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina