sabato 03 dicembre | 13:21
pubblicato il 29/lug/2014 14:55

Confcommercio: Capezzone (FI), giusto allarme. Serve taglio choc tasse

(ASCA) - Roma, 29 lug 2014 - ''L'allarme lanciato oggi da Confcommercio sul record che l'Italia tristemente detiene tra i Paesi europei e, credo, anche tra tutti i Paesi avanzati, quello della piu' elevata pressione fiscale effettiva, pari al 53,2% del Pil, e' l'ennesima conferma di quanto sia urgente e ragionevole, nient'affatto provocatoria, la nostra proposta di un vero e proprio choc fiscale da almeno 40 miliardi (40 miliardi di tasse in meno, e 40 miliardi di spesa in meno)''. Lo afferma in una nota il deputato di FI Daniele Capezzone, presidente della commissione Finanze della Camera. ''La crisi italiana - aggiunge - e' una crisi di competitivita' dovuta essenzialmente a soffocamento fiscale.

Senza un drastico taglio alle tasse e alle spese non ci sara' ripresa ne' il risanamento della finanza pubblica''.

com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari