domenica 22 gennaio | 09:10
pubblicato il 30/giu/2011 18:40

Comunitaria/ Salta la legge, Fini: Non sarà in calendario luglio

"Governo potrebbe attuare direttive con altri provvedimenti"

Comunitaria/ Salta la legge, Fini: Non sarà in calendario luglio

Roma, 30 giu. (askanews) - Salta alla Camera l'esame della legge comunitaria che ieri ha visto il governo due volte battuto in Aula: il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha spiegato nel corso della conferenza dei capigruppo che "allo stato non è possibile inserire il ddl nel calendario di luglio", salvo accordi tra maggioranza e opposizione in extremis. Accordi che, per ora, non sembrano nell'aria. Il Pd con Dario Franceschini esulta per la "vittoria" della battaglia contro la responsabilità civile dei magistrati mentre il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, fa sapere che "la maggioranza sta esaminando le "ricadute tecniche e politiche di quanto accaduto ieri". La bocciatura dell'articolo 1 della comunitaria avvenuta ieri, ha osservato la terza carica dello Stato, ha causato "sicuramente la preclusione in toto, o quanto meno in larga parte, degli articoli 2 e 3, che sono strettamente connessi all'articolo 1. Peraltro anche altri articoli che contengono ulteriori principi di delega in relazione alle direttive contenute nell'elenco allegato all'articolo non approvato dall'assemblea potrebbero risultare preclusi". "Da ciò - ha proseguito Fini - discende la necessità di un'accurata ricognizione delle parti escluse dalla preclusione, ricognizione che richiede tempi adeguati". Fini ha quindi suggerito le possibili soluzioni: "Il governo potrebbe farsi carico con un successivo provvedimento di dare attuazione alle direttive più urgenti dal cui mancato recepimento potrebbero derivare responsabilità per lo Stato italiano; il contenuto degli articoli preclusi potrebbe essere inserito nel ddl comunitaria 2011; quanto all'ipotesi che l'Assemblea prosegua l'esame delle parti non precluse (e che il Senato reintroduca poi le parti respinte alla Camera) va sottolineato che, dopo la bocciatura dell'articolo 1, il provvedimento ha perso la sua natura di legge comunitaria, riducendosi a un insieme di articoli che attuano in maniera disorganica atti comunitari".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4