martedì 21 febbraio | 13:59
pubblicato il 25/ott/2013 17:46

Comuni: Rughetti, cambiare verso a patto stabilita' interno

(ASCA) - Roma, 25 ott - ''Dobbiamo cambiare verso al patto di stabilita' interno. Si tratta di un obiettivo non tecnico o contabile, ma politico. Perche' la regola del patto di stabilita' non e' un fine ma un mezzo per dare solidita' finanziaria alla UE e agli stati membri. Il fine dell'UE e dell'Italia deve essere il miglioramento della vita delle comunita', locali, nazionali ed internazionali'', e' quanto dichiara l'on. Angelo Rughetti del Pd alla tavola rotonda in corso alla XXX Assemblea Nazionale Anci a Firenze. ''Se condividiamo questo ragionamento dobbiamo essere conseguenti e mettere in ordine di priorita' gli obiettivi - prosegue l'onorevole vicino al Sindaco di Firenze Matteo Renzi - prima l'economia reale (lavoro, fatturati, servizi, assistenza, benessere...), poi la solidita' dei bilanci pubblici. Aver invertito questi due fattori ci ha portato dove stiamo adesso. Stiamo rischiando di morire di austerita', come ha detto il banchiere europeo Lorenzo Binismaghi''. com-sgr/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia