lunedì 05 dicembre | 12:11
pubblicato il 10/set/2013 18:49

Comuni: Napolitano, sono le istituzioni piu' vitali del nostro sistema

Comuni: Napolitano, sono le istituzioni piu' vitali del nostro sistema

(ASCA) - Roma, 10 set - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell'incontro al Quirinale con una delegazione del Comune di Barletta, per il 70* anniversario della ribellione all'occupazione nazista della citta', ricorda la sua visita a Barletta da ministro dell'Interno e sottolinea l'importanza dei Comuni.

''Non so se allora - perche' puo' darsi che non lo feci, ma quella era la mia posizione - spezzai una lancia contro la costituzione di nuove province, e quello certamente - afferma Napolitano - era un motivo di dissenso. Ero convinto che non fosse saggio dar vita a nuove province, perche' poi sarebbe andata a finire che si sarebbero eliminate tutte''. ''L'essenziale - sottolinea Napolitano - era valorizzare intanto l'istituzione 'Comune', che continuo a ritenere l'istituzione di base e piu' vitale del nostro sistema democratico costituzionale. E non mi sono mai pentito di aver sostenuto, da Presidente della Camera, la riforma elettorale che diede vita a un sistema di elezione diretta dei sindaci.

Su altre elezioni dirette sono stato poi meno d'accordo, ma li' c'era contiguita' tra la persona da eleggere e il corpo elettorale, una contiguita' che si sarebbe rinnovata giorno per giorno attraverso l'esercizio della funzione di Sindaco.

Era anche giusto investire il Sindaco di responsabilita', di poteri di aggregazione e decisione che mancavano nel vecchio sistema. Un sistema che non solo vedeva una terribile complessita' e talvolta tortuosita' di ricerche d'intesa e infine di intese per il nome del Sindaco dopo che i cittadini avevano gia' votato. C'erano anche grosse difficolta' nel processo decisionale che e' stato, appunto, fortemente supportato dall'elezione diretta del Sindaco, dai poteri a lui conferiti, anche se talvolta insisto sulla necessita' che si tenga sempre un forte rapporto con il Consiglio Comunale, che non si dimentichi mai il valore della rappresentanza collettiva e collegiale accanto alla rappresentanza affidata personalmente al Sindaco''.

com-ceg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari