martedì 17 gennaio | 14:17
pubblicato il 14/giu/2013 19:34

Comuni: Chionetti (Anci), amministratori under 35 fanno loro parte

(ASCA) - Mirandola, 14 giu - ''Occorre una nuova cultura delle autonomie che punti su riforme vere ed efficaci. Per far questo i giovani amministratori possono aiutare Anci ad assumere un ruolo sempre piu' centrale dei i Comuni nelle scelte di governo del Paese''. E' quanto detto a Mirandola da Nicola Chionetti, coordinatore nazionale di Anci Giovani e sindaco di Dogliani, nella sua relazione alla platea degli amministratori under 35 dell'Anci che oggi e domani daranno vita alla V assemblea Anci Giovani.

Chionetti spiegando i motivi della scelta di Mirandola, ha ricordato come ''in questi luoghi molte sono le macerie ancora rimaste. Qui purtroppo - ha sottolineato parlando della ricostruzione ancora troppo lenta - vediamo ancora le tante disfunzioni del nostro Stato''. Proprio da questo parte l'analisi del coordinatore dei giovani amministratori Anci che alla numerosa platea (circa 200 gli amministratori presenti) pone tre motivi di preoccupazione: ''Sentiamo ogni giorno discorsi preoccupanti che ci dicono che saranno necessari cinquant'anni per tornare ai livelli pre-crisi.

Bene, si sappia che in questo tempo c'e' il nostro futuro e i giovani non si adegueranno alla incapacita' di dare risposte''. Altro elemento di preoccupazione per Chionetti e' la disoccupazione giovanile.

''I Comuni sono i primi interlocutori di chi, e molti sono giovani, perde il lavoro. Bisogna intervenire al piu' presto perche' picchi del 30% di disoccupazione giovanile sono inaccettabili''.

C'e' poi il tema delle riforme, per il sindaco di Dogliani, ''non piu' rinviabili, prima fra tutte un Senato federale che definisca meglio il federalismo fiscale. Occorre inoltre ridefinire il ruolo delle Regioni per evitare che prenda piede un nuovo centralismo regionale. Poi c'e' la questione della definizione dei vari ruoli istituzionali.

Dobbiamo andare verso prospettive europee dove si sappia con certezza di chi sono e quali sono le competenze. Non e' possibile, ad esempio, vedere modificare ogni giorno i regimi fiscali degli enti locali. E l'Imu, che oggi c'e' e domani no - aggiunge il coordinatore Anci - rappresenta alla perfezione cosa accade nel nostro Paese''.

Per fare cio' pero' Chionetti chiede che Anci ''assuma un ruolo centrale per definire il ruolo dei Comuni all'interno del governo del Paese in una prospettiva europea''. ''La nostra responsabilita' - conclude quindi il sindaco di Dogliani - e' quella di avere coraggio e fiducia nella possibilita' che il Paese possa ripartire. Dipendera' anche dai giovani amministratori che sono pronti a fare la propria parte''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa