sabato 03 dicembre | 07:46
pubblicato il 04/giu/2013 17:25

Comuni: Anci, per far ripartire Paese fare leva sulle piccole opere

Comuni: Anci, per far ripartire Paese fare leva sulle piccole opere

(ASCA) - Roma, 4 giu - ''Per far ripartire il Paese non serve puntare sulle grandi opere, ma bisogna fare leva su quelle piccole che sono immediatamente cantierabili e che possono essere subito avviate''.

Lo ha sottolineato Roberto Reggi, presidente della Fondazione Patrimonio Comune dell'Anci, intervenuto ad Eire 2013, la manifestazione dedicata alla valorizzazione del patrimonio pubblico italiano, in programma da oggi fino a giovedi' 6 giugno presso la Fiera di Milano.

Parlando al convegno di apertura dell'evento, dove - spiega una nota - la fondazione Anci e' presente con una serie di convegni, che 'mettono in vetrina' le migliori esperienze promosse da un'ottantina di municipi italiani, Reggi evidenzia come ''la valorizzazione del patrimonio immobiliare e' una scommessa che i Comuni vogliono vincere, oltre che una leva essenziale per dare sollievo ai nostri bilanci e creare importanti occasioni di lavoro''. ''Ma - aggiunge l'esponete Anci - per raggiungere questo obiettivo vi sono due ostacoli da rimuovere, patto di stabilita' e tagli, che incidono in modo pesante sull'azione di rilancio economico da parte dei Comuni''. ''Come Fondazione - avverte Reggi - non ci rassegniamo all'idea di un patto cieco, ed auspichiamo che si passi alla regola europea della golden rule che libera gli investimenti produttivi per il futuro, ad iniziare da quelli sul patrimonio immobiliare''. Cosi' come ''non accettiamo il fatto che i tagli imposti dalla spending review rendano difficile persino lo svolgimento di un'auditing ambientale''.

Il presidente di Patrimonio comune ha poi ricordato l'azione di supporto avviata dalla Fondazione Anci sul terreno della semplificazione delle procedure e dell'omogeneita' delle regole, che punta ad allargare l'orizzonte delle collaborazioni dei Comuni.

''Per noi gli investitori devono essere protagonisti della realizzazione dei progetti. Non li chiamiamo a bando chiuso, vogliamo coinvolgerli sin dall'inizio su idee di valorizzazione del patrimonio, che non riguardano solo le grandi aree metropolitane, ma sempre di piu' piccoli e medi Comuni della provincia italiana'', concllude Reggi.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari