sabato 03 dicembre | 04:10
pubblicato il 10/lug/2014 14:22

Comuni: Anci, accordo con governo per proroga centrale unica acquisti

(ASCA) - Roma, 10 lug 2014 - La conferenza Stato-citta' ha sancito oggi un accordo sull'obbligo per i Comuni di ricorrere alle Centrali uniche di committenza. Lo comunica in una nota l'Anci precisando che, nel dettaglio, e' stato approvato un documento concordato governo-enti locali che posticipa l'entrata in vigore della norma, contenuta nella spending review. Si rimanda cosi' al primo gennaio 2015 l'applicazione della norma per l'acquisto di beni e servizi da parte delle amministrazioni e al 1 luglio 2015 l'applicazione di quella riguardante gli appalti dei lavori pubblici. Inoltre, si stabilisce che nel frattempo gli atti compiuti dai Comuni sono fatti salvi e si da' indicazione all'Autorita' di vigilanza sui lavori pubblici di rilasciare i Cig (Codici identificativi gara).

com-stt/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari