lunedì 05 dicembre | 09:44
pubblicato il 04/feb/2014 15:26

Clima: Orlando incontra Ban Ki-Moon, forte impegno contro cambiamenti

(ASCA) - Roma, 4 feb 2014 - Il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, a New York per partecipare all'ottava sessione del gruppo di lavoro intergovernativo sugli obiettivi di sviluppo sostenibile, ha incontrato il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon. All'ordine del giorno dell'incontro l'impegno dell'Italia in qualita' di Presidenza dell'UE nel secondo semestre del 2014 e la gestione di importanti appuntamenti internazionali quali il Foro Politico di Alto Livello sui Cambiamenti Climatici, la III Conferenza Internazionale delle Nazioni Unite sulle piccole isole in via di sviluppo, i negoziati sui cambiamenti climatici, sulla definizione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e sull'avvio dei negoziati sul Post-2015. In materia di cambiamenti climatici uno dei primi appuntamenti che come Presidente di turno dell'Unione l'Italia si trovera' ad affrontare e' l'Evento di Alto livello sul Clima convocato dal Segretario Generale Ban Ki-moon che si terra' a New York il 23 settembre 2014.

''L'Italia appoggia con grande convinzione questo vertice sposandone in pieno gli obiettivi e le modalita''' ha detto il ministro Orlando al Segretario Ban Ki-Moon annunciando anche il contributo finanziario del nostro Paese alla realizzazione del vertice. Orlando si e' detto particolarmente soddisfatto che al Vertice parteciperanno non solo Capi di Stato e di Governo ma anche leader della finanza e dell'imprenditoria internazionale, cosi' come rappresentanti di governi locali e della societa' civile.

''Crediamo fermamente in un dialogo multi-stakeholders, capace di creare le condizioni per l'identificazione e l'attuazione di soluzioni di sostenibilita'. Da parte nostra, come rappresentanti dei Governi, abbiamo la responsabilita' di fornire un quadro normativo solido e stabile che non solo garantisca, ma anche stimoli gli investimenti privati in sostenibilita'.'' Il ministro Orlando si e' infine appellato a Ban Ki-Moon affinche' le modalita' con cui si svolge il negoziato sul clima possano, almeno in parte, trovare spazio nell'agenda del Vertice.

''In linea con i target condivisi in ambito europeo per il 2030 - ha spiegato il ministro dell'ambiente italiano - si puo' accelerare il processo di decarbonizzazione dell'economia attuando una serie di misure a livello globale, tra cui definire un programma di progressiva sostituzione di combustibili e tecnologie ad alto contenuto di carbonio; stabilire una ''carbon tax'' globale; permettere il superamento delle barriere tariffarie alla diffusione delle tecnologie a basse emissioni; assicurare la protezione della proprieta' intellettuale a favore dei produttori delle tecnologie a basse emissioni; creare misure finanziarie e di cooperazione tecnologica di supporto alle economie emergenti e ai Paesi in via di sviluppo per realizzare le infrastrutture necessarie per modificare il sistema energetico''. Il segretario Ban Ki-Moon ha infine ringraziato il Ministro Orlando per il suo forte impegno nell'azione di contrasto ai cambiamenti climatici e per il ruolo di leadership esercitato dall'Italia a livello internazionale su questo tema decisivo.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari