sabato 25 febbraio | 10:45
pubblicato il 23/set/2015 14:25

Civati: vicini a 500mila firme per abrogare 8 leggi governo

"Sono superfiducioso, faremo banchetti per referendarie"

Civati: vicini a 500mila firme per abrogare 8 leggi governo

Roma, 23 set. (askanews) - "Sono superfiducioso: in questi giorni stiamo raccogliendo firme a nastro, uso una terminologia giovanile perchè sono soprattutto i giovani a fare i banchetti e a firmare". Pippo Civati, promotore con il suo movimento 'Possibile' di otto quesiti referendari per abrogare alcune norme varate dal governo e ritenute "dannose", come legge elettorale, Jobs act, riforma della scuola e leggi ambientali, è convinto di raggiungere le 500mila firme necessarie.

"E' un flusso consistente, abbiamo pochi giorni, sono le ultime ore per firmare nei comuni, qualche comune più grande potrà raccoglierle fino a lunedì - conclude -. Poi rifaremo una infilata di banchetti come nelle primarie, le chiameremo referendarie. Ci saranno almeno 1.500 banchetti in tutta Italia, contiamo di arrivare alla soglia fatidica delle 500mila firme".

Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech