sabato 25 febbraio | 01:34
pubblicato il 01/set/2014 13:59

Chiti: governo faccia chiarezza e assicuri protezione Don Ciotti

(ASCA) - Roma, 1 set 2014 - "Ho appreso con sdegno e preoccupazione la notizia delle minacce a te rivolte dal boss Toto' Riina. Il costante impegno tuo e di tutta l'associazione Libera contro le mafie e la corruzione, per la diffusione della cultura della legalita' e della corresponsabilita', sono un punto di forza del nostro paese e di tutti gli italiani". Lo scrive il senatore del Pd Vannino Chiti in una lettera inviata al fondatore di Libera, don Luigi Ciotti.

"Le mafie - aggiunge - proliferano laddove trovano terreno fertile e arretrano se il contesto in cui operano rifiuta i loro metodi e le loro finalita'. E' un motivo in piu' per andare avanti con maggiore determinazione. E' dovere di tutti noi che siamo nelle istituzioni quello di assicurare alle vostre battaglie il massimo sostegno possibile, sotto tutti i punti di vista. E' anche importante che il governo faccia piena chiarezza su queste minacce a soprattutto assicuri a te piena protezione".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech