mercoledì 07 dicembre | 20:14
pubblicato il 06/feb/2014 12:00

Chiodi: resto e mi ricandido Presidente Abruzzo,ok da Berlusconi

Il Governatore: "mi ha detto di andare avanti in assenza reati"

Chiodi: resto e mi ricandido Presidente Abruzzo,ok da Berlusconi

Roma, 6 feb. (askanews) - "Berlusconi è stato vicino alla situazione che mi si è determinata e mi ha detto di andare avanti se non ci sono elementi di reato". E dunque "mi ricandido offrendo in valutazione agli elettori lo straordinario percorso di risanamento che abbiamo svolto". Lo ha affermato il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, intervenendo questa mattina ad Agorà, su Rai Tre. "In questo Paese, contrariamente a quello che accade in America, il fatto di condannare le persone prima che ci sia un minimo di fondamento o prima addirittura che abbiano avuto la possibilità di essere sentiti - ha denunciato sullo scandalo che lo vede coinvolto in relazione all'inchiesta sulle spese allegre della Giunta abruzzese- è una barbarie che non può andare più avanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni