lunedì 16 gennaio | 16:26
pubblicato il 06/feb/2014 12:00

Chiodi: resto e mi ricandido Presidente Abruzzo,ok da Berlusconi

Il Governatore: "mi ha detto di andare avanti in assenza reati"

Chiodi: resto e mi ricandido Presidente Abruzzo,ok da Berlusconi

Roma, 6 feb. (askanews) - "Berlusconi è stato vicino alla situazione che mi si è determinata e mi ha detto di andare avanti se non ci sono elementi di reato". E dunque "mi ricandido offrendo in valutazione agli elettori lo straordinario percorso di risanamento che abbiamo svolto". Lo ha affermato il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, intervenendo questa mattina ad Agorà, su Rai Tre. "In questo Paese, contrariamente a quello che accade in America, il fatto di condannare le persone prima che ci sia un minimo di fondamento o prima addirittura che abbiano avuto la possibilità di essere sentiti - ha denunciato sullo scandalo che lo vede coinvolto in relazione all'inchiesta sulle spese allegre della Giunta abruzzese- è una barbarie che non può andare più avanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow