sabato 03 dicembre | 23:39
pubblicato il 15/gen/2016 15:48

Chiesto arresto De Siano, il senatore Fi rinuncia a immunità

"Sono sereno", si dimette anche da coordinatore regionale campano

Chiesto arresto De Siano, il senatore Fi rinuncia a immunità

Napoli, 15 gen. (askanews) - Il senatore Domenico de Siano, coordinatore regionale in Campania di Forza Italia, ha reso noto di voler rinunciare all'immunità parlamentare rispetto alla richiesta al Senato di arresti domiciliari, avanzata nei suoi confronti da parte della Procura di Napoli che lo ha indagato, insieme fra gli altri al deputato Fi Luigi Cesaro, nell'inchiesta che riguarda i possibili appalti truccati nel 2010 per la gestione della raccolta di rifiuti a Ischia e in altri Comuni campani.

I reati contestati a vario titolo dalla magistratura partenopea sono diversi: associazione per delinquere, turbativa d'asta, corruzione. Oltre a De Siano, provvedimenti restrittivi sono stati richiesti dalla magistratura per altre 8 persone.

"Rinuncio a qualsiasi prerogativa parlamentare per poter essere giudicato, spero nei tempi più rapidi possibili - ha reso noto De Siano in una dichiarazione- come un cittadino comune. Non ho ancora ricevuto gli atti e pertanto non conosco nello specifico gli addebiti. So, pero, che ho sempre ispirato il mio comportamento politico e istituzionale alla massima correttezza e per questo sono sereno e confido, come sempre, nel doveroso lavoro della magistratura, inquirente e giudicante, verso cui nutro piena e assoluta fiduci. Per cultura politica rimetto immediatamente nelle mani del Presidente Berlusconi l'incarico di Coordinatore regionale del partito: non voglio in alcun modo che la mia vicenda possa essere oggetto di strumentalizzazione politica e danneggiare Forza Italia".

Ai dirigenti di Forza Italia coinvolti è arrivata la solidaroetà del presidente dei deputati Renato Brunetta. "Purtroppo - ha affermato in una dichiarazione- non sorprendono più notizie come quelle che riguardano esponenti di Forza Italia. È capitato centinaia di volte in questi oltre vent'anni di protagonismo politico e continua tristemente ad accadere con cadenze inquietanti. Questa volta e la Procura di Napoli a prendere iniziative quanto meno discutibili. Siamo certi che i nostri esponenti dimostreranno la loro totale estraneita in merito ai fatti che vengono contestati. Esprimiamo tristezza per una giustizia che con eccessiva leggerezza tende a ledere le liberta personali in modo sproporzionato e ingiustificato".

"Amicizia, stima e solidarietà per l'amico e senatore Domenico De Siano che ha scelto di rinunciare a tutte le prerogative parlamentari per agevolare il corso dell'inchiesta rifiuti e poter dimostrare, nel più breve tempo possibile, la sua totale estraneità ai fatti", è stata espressa anche dal presidente del gruppo di Forza Italia al Senato. "Confidando dunque nel lavoro della magistratura - ha aggiunto Romani- voglio esprimere vicinanza al senatore e amico Domenico De Siano, anche da parte di tutto il Gruppo Forza Italia al Senato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Riforme
Referendum, Salvini cavalca no per battezzare destra trumpista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari