giovedì 19 gennaio | 15:49
pubblicato il 17/set/2011 19:35

Centrosinistra/'Nuovo Ulivo'fa discutere,scontro Casini-Di Pietro

Il leader Udc attacca: Io 'escort'?Da lui soldi in scatole scarpe

Centrosinistra/'Nuovo Ulivo'fa discutere,scontro Casini-Di Pietro

Vasto (CH), 17 set. (askanews) - Silvio Berlusconi deve dimettersi, cedere il passo, lasciare la guida dell'Italia. O, almeno, la maggioranza prenda atto della situazione e si sciolga, magari sul voto della Camere sull'arresto Milanese. La voce delle opposizioni, su questo punto, è univoca: da Pier Ferdinando Casini a Nichi Vendola, passando per Gianfranco Fini fino ad Antonio di Pietro, tutti chiedono un "cambiamento". Poi, però, inizia il terreno delle divisioni. A Vasto, l'Italia dei Valori inneggia infatti al successo, ovvero all'alleanza con il Pd e Sel. Del resto, molti hanno letto nella presenza di Bersani sul palco dipietrista l'imprimatur definitivo al Nuovo Ulivo a tre, pur se il segretario democratico lo preferirebbe "aperto a tutte le personalità civili e i movimenti che di Berlusconi si sono rotte le scatole". Quel che è certo è che il Nuovo Ulivo non sarà unito al Terzo Polo. Tra il leader Udc e Di Pietro, infatti, sono volati stracci per tutto il giorno, con Di Pietro che ha bollato già ieri Casini come "escort della politica", Casini che ha replicato ruvido ricordando "la carriera da magistrato" e "le scatole con cui Di Pietro prendeva i soldi" e con l'ex pm che ha chiuso acido ricordando "di aver fatto una carriera da magistrato al servizio della legge" e di essersi "fatto processare perchè innocente". Anche Fini, però, ha tenuto a precisare che l'assonanza con il Nuovo Ulivo finisce con la richiesta delle dimissioni di Berlusconi. "Spero - ha detto Fini - che anche nell'ambito della maggioranza finisca per prevalere il buon senso e la decisione di dare vita a un altro governo che abbia maggior credibilità internazionale, che si occupi dei problemi dell'economia e faccia uscire il Paese da questa crisi". "Un altro governo - insomma - presuppone, almeno per me, un altro presidente del consiglio". Per il resto è tutto da vedere, ma l'alleanza con l'Ulivo al momento non è in programma. "Non c'è dubbio - ha rincarato il numero due di Fli, Italo Bocchino, proprio in casa di Di Pietro, a Vasto - che noi dobbiamo essere terzi rispetto alle coalizioni; non c'è ragione per cui il Terzo Polo si candidi alle elezioni con il 'nuovo Ulivo'". "Noi del terzo polo - ha sottolineato - dobbiamo rappresentare i moderati e i riformisti italiani, poi, vedendo i numeri, si decide cosa servirà per il bene dell'Italia". Insomma, in vista di una possibile e forse anche prossima campagna elettorale si preparano armi e accordi, ma l'ultimo dettaglio, non trascurabile, è la situazione in casa Pd. Il principale partito dell'opposizione, infatti, ha vissuto con qualche mal di pancia la condotta di ieri di Bersani. Vero che oggi Vannino Chiti è venuto a Vasto a ribadire la linea del segretario, ma vero anche che già ieri sera sono cominciati i distinguo, con la componente cattolica che fa capo a Fioroni in subbuglio, preoccupata di chiudere con il polo moderato e aprire un rapporto con la sinistra radicale di Nichi Vendola. Che anche oggi, per tutta risposta alle polemiche, ha definito il Nuovo Ulivo "poesia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Cern, LHC: Federico Antinori (Infn) responsabile esperimento Alice
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale