domenica 11 dicembre | 05:42
pubblicato il 25/nov/2014 21:17

Cav vede il "quid" in Salvini. E manda messaggio a fronda interna

Berlusconi striglia i "ribelli" e difende patto Nazareno

Cav vede il "quid" in Salvini. E manda messaggio a fronda interna

Roma, 25 nov. (askanews) - La "lettura" dell'inner circle è che non ci sia stata alcuna investitura, ma che si tratti di un modo per "unire" il centrodestra in un ambito di ruoli ben precisi. Il malessere che attraversa i gruppi parlamentari azzurri, per la verità ormai adusi a questo genere di attacchi di panico, sembra però raccontare un'altra storia. Ovvero la sensazione che, per l'ennesima volta, Silvio Berlusconi stia cercando di tutelare i suoi interessi anche a scapito del partito e dei suoi parlamentari. Questa volta non in nome di Renzi ma dell'altro Matteo, il leader leghista Salvini.

L'ex premier, infatti, non solo lo elogia nel corso di quell'ufficio di presidenza convocato per far rientrare il nuovo capitolo della querelle "Fitto" ma, di più, lo loda pubblicamente durante la presentazione del libro di Bruno Vespa. Il segretario del Carroccio - dice il Cav - non soltanto è stato bravissimo a fare campagna elettorale ma è un "goleador", un centravanti che sa segnare punti e lo potrebbe fare per il centrodestra tutto unito. Ovviamente, questo non vuol dire che Berlusconi sia disposto a farsi da parte: per se stesso, infatti, sceglie il ruolo di "regista". Anche perché - spiega rimanendo nella metafora calcistica - un attaccante da solo non basta, dietro serve una squadra e la Lega per certe ambizioni "nazionali" non può bastare.

E' vero che nel passato qualsiasi successore il leader azzurro abbia incoronato ha dovuto miseramente mettere da parte le proprie ambizioni. Ma erano anche tempi in cui lui era pienamente in campo e Forza Italia non era costretta a combattere con percentuali di consenso così basse come quelle registrate in questa tornata elettorale. Insomma, Berlusconi avrebbe davvero riconosciuto in Salvini quel "quid" che non vedeva in Alfano e avrebbe pensato che "gestirlo" potrebbe essere meglio che "subirlo".

Certo, una tale esaltazione del leader del Carroccio non può non essere letta in chiave interna, soprattutto nel giorno in cui Silvio Berlusconi decide di convocare un ufficio di presidenza proprio per "sedare" la protesta fittiana. Non è un caso se le critiche dell'ex ministro vengano derubricate da Berlusconi a quelle di "un deputato come gli altri". E non c'è dubbio che esaltare un "competitor" esterno in questo modo serva anche a inibire eventuali ambizioni interne.

Pur tentato dal redde rationem con l'eurodeputato reo di aver chiesto l'azzeramento dei vertici, d'altra parte, alla fine il Cavaliere ha scelto la strada dell'apertura. Per questo ha riaggiornato, probabilmente a domani, discussione e conclusioni di una riunione in cui l'esponente pugliese era assente giustificato causa presenza del Papa a Strasburgo. Perché tanta bontà d'animo? Perché uniti si vince e divisi si perde, spiega il Cav allo stato maggiore azzurro. Ma, soprattutto, perché senza le truppe compatte il suo potere agli occhi di Matteo Renzi rischia di essere compromesso.

E Berlusconi non vuole che il patto del Nazareno salti per ragioni che spiega anche ai suoi parlamentari: 1) perché bisogna eleggere un capo dello Stato non ostile, 2) perché rende meno impervia la strada verso la sua agibilità politica. Anche per questo Berlusconi ammette candidamente di essere pronto a concedere al premier la modifica dell'Italicum che porta al premio alla lista (ed eventualemnte pure il mantenimento della soglia di sbarramento al 3%).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina