mercoledì 07 dicembre | 13:55
pubblicato il 11/feb/2015 20:41

Cav scagiona Verdini-Letta su patto Nazareno. Resa conti con Fitto

Berlusconi prova a rimettere ordine nel partito: qui decido io

Cav scagiona Verdini-Letta su patto Nazareno. Resa conti con Fitto

Roma, 11 feb. (askanews) - La parte in cui scagiona Verdini e Letta e si assume interamente la responsabilità del fallimento del patto del Nazareno è contenuta nel documento, scritto e perciò ben calibrato, che sottopone ai suoi parlamentari. Quella, invece, in cui si scaglia contro (l'assente) Raffaele Fitto e gli intima di decidere entro 15 giorni se vuole stare dentro o fuori Forza Italia è più viscerale, figlia di una irritazione che ormai appare non più contenibile.

Così, davanti ai gruppi riuniti alla Camera, Silvio Berlusconi descrive a deputati e senatori il "cambio di linea" che d'ora in poi Forza Italia avrà nei confronti di quel Matteo Renzi che ha cambiato "le carte in tavola" per gestire potere e istituzioni in maniera autoritaria. "Peccato, ci avevo sperato", sembra dire il Cavaliere facendo trasparire una delusione che è stata cocente.

Il leader azzurro non fa nomi ma è un dato di fatto che l'obiettivo sia "assolvere" quello che Maria Rosaria Rossi aveva definito il "duo tragico". "La linea politica seguita fin qui - spiega - era la mia linea politica. Se c'è una responsabilità è mia". Non dunque, di Letta e Verdini. Berlusconi evita di dire sin da ora se alla prova del voto finale su riforme e Italicum Forza Italia si schiererà per il no. "Valuteremo alla fine", è il ragionamento. Più che di una porta ancora aperta verso il Pd, però, si tratterebbe di un modo per "camuffare" l'inversione di 180 gradi che porterà gli azzurri a votare contro quelle stesse leggi che aveva finora sostenuto.

Nel tentativo di placare le turbolenze interne e i timori di una Forza Italia zerbino di Salvini, prova anche a mettere i punti sulle i sui rapporti con la Lega: "Nessuno - dice - può lanciare dei diktat" su candidati e alleanze per le Regionali, "non consegneremo le chiavi del centrodestra" al Carroccio. Per buona parte, insomma, l'intervento dell'ex premier sembra essere una mossa per ricompattare le truppe, per rimettere ordine e ripristinare la sua leadership uscita malconcia dalle ultime giornate: evitiamo le recriminazioni e tutti - esorta - partecipino alla nuova fase.

Ricompattare sì, ma la condizione è che finisca il controcanto fittiano. L'eurodeputato non c'è alla riunione ma a disertarla è l'intero gruppo di una quarantina di parlamentari che a lui fanno riferimento. Non da oggi Berlusconi coltiva il desiderio di cacciare l'esponente pugliese come già fece con Fini: nei suoi ragionamenti i due vengono sempre più accomunati. Ma lo Statuto di Forza Italia non viene in suo soccorso e manca, per assenza di probiviri, la possibilità di deferire tutta la pattuglia dei fondisti. Berlusconi ipotizza anche la sospensione per tre mesi, da reiterare per ulteriori tre mesi. Ma alcuni interventi improntati alla necessità di ritrovare l'unità, tra cui quello di Augusto Minzolini e Altero Matteoli, placano momentaneamente la furia del Cav e la questione resta fuori dal documento finale votato all'unanimità.

Resta però l'ultimatum: dentro o fuori in 15 giorni. Fitto aspetta un'oretta, ma non arriva nessuna smentita. E replica a muso duro al Capo: "La domanda nasce spontanea, dopo l'ipotesi di una nostra 'cacciata' (in 15 giorni, apprendo dalle agenzie...). Perché? Perché facciamo opposizione? Perché abbiamo avuto ragione sulle riforme, e, purtroppo, su tutto il resto?". Ed è solo l'inizio: per il 21 febbraio è confermato un raduno dei "ricostruttori" a Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Governo
Chi tifa e chi no per elezioni dopo il no alla riforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni