lunedì 05 dicembre | 11:44
pubblicato il 25/ott/2013 12:00

Cav non arretra: avanti su Fi. Governativi 'congelano' rottura

Berlusconi dovrebbe rinnovare appello all'unità

Cav non arretra: avanti su Fi. Governativi 'congelano' rottura

Roma, 25 ott. (askanews) - Un incontro "franco", in cui Silvio Berlusconi avrebbe ribadito la sua intenzione di non arretrare e andare avanti con il passaggio dal Pdl a Forza Italia. Così viene descritto il colloquio tra il Cavaliere, Angelino Alfano e gli altri ministri Pdl che ha preceduto l'ufficio di presidenza. L'ex premier, secondo quanto viene riferito, avrebbe detto alla delegazione governativa di comprendere le loro ragioni ma di non avere intenzione di fare passi indietro. A loro volta, i ministri avrebbero ribadito di non essere d'accordo sulle modalità con cui il processo di cambio di nome sta per avvenire. La loro richiesta era stata infatti quella di rinviare l'ufficio di presidenza, un organismo in cui gli aventi diritto al voto sono 24 e per lo più lealisti. La rottura sarebbe tuttavia congelata in attesa del secondo passaggio formale previsto dallo statuto ovvero la convocazione del Consiglio nazionale del partito. L'ala governativa, nel frattempo, ha comunque deciso di marcare le distanze disertando l'ufficio di presidenza: a spiccare soprattutto l'assenza del segretario Angelino Alfano. A questa situazione si è arrivati dopo ore convulse, fatte di prese di posizione, mosse e contromosse delle due anime del partito: da una parte i filogovernativi che, per l'appunto, chiedevano di rinviare il confronto e dall'altra i lealisti che ne chiedevano la conferma. Nodo del contendere non è in sè il cambio di nome ma ciò che comporta, ossia l'azzeramento di tutte le cariche. Compresa, dunque, quella di segretario di Angelino Alfano. Secondo quanto viene riferito, comunque, nel suo intervento all'ufficio di presidenza, Berlusconi dovrebbe insistere sulla necessità di unità. In una dichiarazione anche Alfano ha sottolineato che questo resta un suo obiettivo che non intende ostacolare per ragione legate a "ruoli personali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari