domenica 04 dicembre | 01:46
pubblicato il 11/ott/2013 12:00

Cav a europarlamentari: vogliono farmi fare fine Timoshenko

Sinistra vuole eliminarmi a costo colpire a cuore democrazia

Cav a europarlamentari: vogliono farmi fare fine Timoshenko

Roma, 11 ott. (askanews) - Amareggiato per le divisioni nel partito, ma - soprattutto - molto concentrato sulla sua situazione giudiziaria. Così - viene riferito - Silvio Berlusconi si sarebbe mostrato agli europarlamentari incontrati a pranzo a palazzo Grazioli. L'ex premier avrebbe ribadito il suo timore che le procure gli diano l'assalto non appena sarà dichiarata la sua decadenza. "Vogliono farmi finire in carcere e farmi fare la fine della Timoshenko" avrebbe detto, parlando del timore che dopo i primi giorni di protesta la vicenda finisca nel dimenticatoio. Il Cavaliere - spiegano - sarebbe tornato a lamentarsi del comportamento avuto dal Pd nella Giunta del Senato. "Non mi sono mai fatto illusioni - avrebbe detto - l'obiettivo della sinistra è quello di eliminarmi politicamente" a costo di fare "forzature" arrivando anche a "colpire al cuore la democrazia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari