sabato 21 gennaio | 19:29
pubblicato il 16/gen/2011 14:42

Caso Ruby, Vendola: grave che Berlusconi non si è ancora dimesso

"Il premier indica prostituzione come rimedio alla precarietà"

Caso Ruby, Vendola: grave che Berlusconi non si è ancora dimesso

Il caso dell'allora minorenne marocchina Ruby Rubacuori, che ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati del premier, Silvio Berlusconi, per concussione e prostituzione minorile, diventa lo spunto per una battuta al vetriolo del governatore della Puglia, Nichi Vendola che poi, tornato serio, pone l'accento sulla gravità di una simile accusa che getta discredito su tutto l'esecutivo.

Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Terremoti
Gentiloni: di fronte a terremoto Paese sia unito, non rissoso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4