sabato 03 dicembre | 23:05
pubblicato il 16/gen/2011 14:42

Caso Ruby, Vendola: grave che Berlusconi non si è ancora dimesso

"Il premier indica prostituzione come rimedio alla precarietà"

Caso Ruby, Vendola: grave che Berlusconi non si è ancora dimesso

Il caso dell'allora minorenne marocchina Ruby Rubacuori, che ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati del premier, Silvio Berlusconi, per concussione e prostituzione minorile, diventa lo spunto per una battuta al vetriolo del governatore della Puglia, Nichi Vendola che poi, tornato serio, pone l'accento sulla gravità di una simile accusa che getta discredito su tutto l'esecutivo.

Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari