mercoledì 22 febbraio | 11:33
pubblicato il 13/mag/2013 17:47

Caso Ruby: Ghedini, richiesta spropositata. Ma siamo a Milano

Caso Ruby: Ghedini, richiesta spropositata. Ma siamo a Milano

(ASCA) - Milano, 13 mag - La richiesta di condannare Silvio Berlusconi a 6 anni avanzata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini nel processo sul caso Ruby e' una richiesta ''spropositata'', anche se ''siamo a Milano e ci possiamo aspettare di tutto''. Cosi' Niccolo' Ghedini, uno dei difensori di Silvio Berlusconi, e' tornato a polemizzare con i giudici milanesi, colpevoli a suo giudizio di nutrire un atteggiamento ostile dei confronti del leader Pdl.

Quanto alla legge Severino che ha modificato il reato di concussione, secondo il legale non avvantaggia l'imputato Berlusconi: ''Prima della legge Severino - ha osservato a questo proposito - la concussione era punita con una condanna da 4 a 12 anni. La richiesta di 5 anni e' comunque superiore al minimo della pena anche prima della modifica apportata dalla Severino. Quindi per noi non c'e' stata nessuna agevolazione''.

fcz/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%