giovedì 08 dicembre | 09:44
pubblicato il 19/giu/2014 16:09

Caso Ruby: domani via ad appello Berlusconi, nessuna istanza da difesa

Caso Ruby: domani via ad appello Berlusconi, nessuna istanza da difesa

(ASCA) - Milano, 19 giu 2014 - Caso Ruby atto secondo.

Prendera' il via domani il processo d'appello a carico di Silvio Berlusconi sul caso Ruby. Il verdetto di primo grado ha stabilito per l'ex premier la condanna a sette anni per concussione e prostituzione minorile. Il collegio presieduto da Giulia Turri lo ha ritenuto colpevole di prostituzione minorile per aver avuto rapporti sessuali a pagamento con Ruby El Maroug quando la giovane marocchina non aveva ancora compiuto la maggiore eta'. Ma il reato piu' grave per cui Berlusconi e' stato condannato e' quello di concussione per costrizione: vale a dire le pressioni che Berlusconi avrebbe esercitato sui piu' alti dirigenti della Questura di Milano nella notte tra il 27 e 28 maggio 2010 per convincerli ad affidare la giovane marocchina - fermata poche ore prima per un piccolo furto - all'allora consigliere regionale Pdl Nicole Minetti (anch'essa condannata insieme a Lele Mora ed Emilio Fede nel processo bis) e non alla comunita' per minori cosi' come aveva disposto Annamaria Fiorillo, il pm di turno quella notte di quattro anni fa.

Si riparte, insomma, da questi sette anni di condanna. Ma questa volta la posta in gioco e' ancora piu' alta. Se la condanna per il caso Ruby diventasse definitiva in Cassazione prima della fine del periodo di affidamento in prova ai servizi sociali, Berlusconi rischierebbe di perdere il beneficio dell'indulto che ha ridotto da quattro anni a uno l'entita' della pena per il caso dei diritti tv di Mediaset.

Ecco perche' le incognite della vigilia sono numerose. A partire dalla composizione del pool di difensori dell'ex presidente del consiglio. Gli storici avvocati Niccolo' Ghedini e Piero Longo, soprattutto per una questione di opportunita' (entrambi risultano indagati insieme a Berlusconi nel filone Ruby-ter con l'accusa di corruzione in atti giudiziari) potrebbero decidere di fare un passo indietro e lasciare il posto a Franco Coppi e Filippo Dinacci. Ma il condizionale e' d'obbligo se si considera che, alla vigilia, ancora non e' stata depositata la nomina dei difensori. Un altro interrogativo riguarda la strategia difensiva. I legali dell'ex premier potrebbe infatti chiedere di traferire il processo a Brescia sollevando una questione di 'legittimo sospetto' nei confronti dei magistrati di una Procura, quella di Milano, attraversata dallo scontro tra il procuratore capo, Edmondo Bruti Liberati, e l'aggiunto Alfredo Robledo, proprio sull'assegnazione dell'inchiesta Ruby. Richiesta che comunque, ad oggi, non e' stata ancora depositata. Ma i legali potrebbero puntare su una strategia diversa, cercando di smontare, punto per punto, l'impianto accusatorio della Procura. In questo caso basterebbero tre udienze per arrivare a sentenza. Il quadro sara' piu' chiaro domattina. L'unica certezza riguarda la presenza dell'imputato in aula. Al 100%, Berlusconi non ci sara': come ogni venerdi' dovra' restare per 4 ore a prestare un servizio socialmente utile agli anziani ricoverati alla Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Lo prevede la pena alternativa disposta per lui dal Tribunale di Sorveglianza dopo la condanna definitiva nella caso dei diritti tv di Mediaset. fcz/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni