lunedì 20 febbraio | 03:24
pubblicato il 21/nov/2013 15:18

Caso Ruby: Capezzone, italiani hanno capito disegno contro Berlusconi

Caso Ruby: Capezzone, italiani hanno capito disegno contro Berlusconi

(ASCA) - Roma, 21 nov - ''A maggior ragione dinanzi alle motivazioni rese note oggi, e' ormai chiaro a chiunque abbia onesta' intellettuale quello che gia' molti milioni di italiani hanno compreso da tempo: e' in atto un ben preciso disegno politico, e poi mediatico-giudiziario, per tentare di estromettere dalla politica Silvio Berlusconi, 'colpevole' di rappresentare un baluardo insuperabile dalla sinistra italiana attraverso le ordinarie vie democratiche e elettorali''. Lo dichiara Daniele Capezzone, presidente della commisisone Finanze della Camera.

''Molto semplicemente, noi non consentiremo che questo scenario si realizzi. Nessuno puo' togliere a Silvio Berlusconi il diritto di guidare il suo movimento politico, e nessuno puo' togliergli il diritto di essere riflerimento per l'Italia liberale, che lotta contro l'oppressione fiscale, l'oppressione burocratica e l'oppressione giudiziaria'', conclude Capezzone. com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia