lunedì 27 febbraio | 18:12
pubblicato il 18/lug/2014 14:25

Caso Ruby: avv. Dinacci, assoluzione unica decisione possibile

(ASCA) - Milano, 18 lug 2014 - ''In questo processo si sono cercati i comportamenti morali e di costume e non i reati. Il processo penale serve a trovare i reati e qui reati non ce ne sono''. Cosi' Filippo Dinacci, che insieme a Franco Coppi ha difeso Silvio Berlusconi nel processo di secondo grado sul caso Ruby, spiega i motivi che, dal suo punto di vista, hanno portato i giudici della Corte d'Appello di Milano a pronunciare una sentenza di assoluzione piena per l'ex presidente del consiglio.

Per il legale, e' questo lo sbocco naturale del Ruby-gate: ''Piu' leggevo le carte, piu' mi sembrava possibile arrivare ad un'assoluzione. Se il diritto viene interpretato in maniera oggettiva, questa era l'unica soluzione possibile''.

Da Dinacci, infine, parole di riconoscenza per i due colleghi che lo hanno preceduto nel procedimento di primo grado (concluso con la condanna dell'ex premier a 7 anni): ''E' doveroso ricordare il lavoro svolto da Niccolo' Ghedini e Piero Longo''.

fcz/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech