venerdì 24 febbraio | 13:39
pubblicato il 20/nov/2013 10:56

Caso Ligresti: Leva (Pd), non si poteva andare in ordine sparso

(ASCA) - Roma, 20 nov - ''Su un tema come questo non era possibile andare in ordine sparso, chi si candida alla segreteria di un partito dovrebbe conoscere le regole della politica. Io stesso nei giorni scorsi avevo invitato i candidati alla segreteria del partito a non declinare questa vicenda nel dibattito congressuale. Negli ultimi giorni c'e' stata una rincorsa a chi aggiungeva una parola''. Lo ha affermato Danilo Leva, deputato e responsabile Giustizia del Partito Democratico, intervenendo questa mattina ad Agora', su Rai Tre. ''Ho sottolineato fin da subito l'inopportunita' di quelle telefonate tra il Guardasigilli e la famiglia Ligresti, soprattutto della prima telefonata. La mozione di sfiducia, pero' - ha concluso Leva - implicava un qualcosa in piu'. Ricordiamoci che stiamo parlando di fatti non penalmente rilevanti, come ha spiegato anche la Procura di Torino''.

com-brm/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech