sabato 21 gennaio | 05:32
pubblicato il 15/mag/2014 17:45

Caso Genovese: Schiro', PI per liberta' di coscienza

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - ''Il Gruppo Per l'Italia votera' secondo coscienza. Non dimentichiamo che esistevano fin dall'origine tutte le indicazioni per la non candidabilita' di Genovese, che consideriamo un rappresentante negativo e antistorico della politica italiana e, permettetemi, soprattutto siciliana: una zavorra sociale del rapporto tra i partiti, il territorio e le Istituzioni''. Lo ha affermato in Aula la vicepresidente del gruppo Per l'Italia, Gea Schiro', durante le dichiarazioni di voto sul caso Genovese.

''Non possiamo, tuttavia, non cogliere alcune incongruenze ed esprimere perplessita' sul fatto che il magistrato abbia prima definito le indagini 'frammentarie e incomplete' e poi emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere sulla base di quest'ultime'', ha poi aggiunto. com-sgr/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4