domenica 11 dicembre | 12:52
pubblicato il 15/mag/2014 12:31

Caso Genovese: Di Lello (Psi), indegno voto di scambio

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - ''Il parlamento non e' chiamato a fare un processo, ma a valutare se e'giusto decidere della liberta' di un cittadino senza guardare senza guardare al consenso elettorale che puo'derivare''. Cosi' Marco Di Lello, presidente dei deputati Psi e segretario della Giunta autorizzazioni a procedere intervenendo sul caso Genovese. ''Mi fa orrore il solo pensiero che qualcuno possa barattare la galera di Tizio per il voto di Caio. Il piu' indegno dei voti di scambio. Lo slittamento della decisione sull'arresto a dopo le elezioni e' un segno di civilta'. Solo cosi' - conclude Di Lello - il Parlamento potra' decidere liberamente: farlo sotto la spinta dell'opinione pubblica in passato ha mandato in esilio Aristide il Giusto e salvato dalla croce il ladrone Barabba''.

com-sgr/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina