venerdì 24 febbraio | 01:36
pubblicato il 15/mag/2014 12:31

Caso Genovese: Di Lello (Psi), indegno voto di scambio

(ASCA) - Roma, 15 mag 2014 - ''Il parlamento non e' chiamato a fare un processo, ma a valutare se e'giusto decidere della liberta' di un cittadino senza guardare senza guardare al consenso elettorale che puo'derivare''. Cosi' Marco Di Lello, presidente dei deputati Psi e segretario della Giunta autorizzazioni a procedere intervenendo sul caso Genovese. ''Mi fa orrore il solo pensiero che qualcuno possa barattare la galera di Tizio per il voto di Caio. Il piu' indegno dei voti di scambio. Lo slittamento della decisione sull'arresto a dopo le elezioni e' un segno di civilta'. Solo cosi' - conclude Di Lello - il Parlamento potra' decidere liberamente: farlo sotto la spinta dell'opinione pubblica in passato ha mandato in esilio Aristide il Giusto e salvato dalla croce il ladrone Barabba''.

com-sgr/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech