martedì 17 gennaio | 22:40
pubblicato il 05/feb/2014 18:08

Casini: se Renzi parla con Berlusconi perche' non posso farlo anch'io?

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - La rappresentazione che viene data in questi giorni del riavvicinamento di Pier Ferdinando Casini a Silvio Berlusconi ''e' pittoresca. Io sempre detto che le riforme elettorali e le regole si fanno insieme, poi ho sempre parlato di Ppe come punto di riferimento cosi' come Renzi e Vendola guardano al Pse. Non si puo' rimanere imprigionati nel passato. Daltronde Berlusconi e' stato interlocutore privilegiato di Renzi per fare le riforme. Se ci parla lui permettete che ci parli anche io?''. Lo afferma il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, prima di intervenire al convegno sul tema 'il centrodestra della terza Repubblica', organizzato dall'associazione Giuseppe Tatarella. Ma non si considera lo schiavo di Berlusconi? Viene domandato al leader Udc. ''Non l'ho mai fatto'', risponde Casini.

fdv/rob/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa