venerdì 09 dicembre | 03:05
pubblicato il 05/feb/2014 18:08

Casini: se Renzi parla con Berlusconi perche' non posso farlo anch'io?

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - La rappresentazione che viene data in questi giorni del riavvicinamento di Pier Ferdinando Casini a Silvio Berlusconi ''e' pittoresca. Io sempre detto che le riforme elettorali e le regole si fanno insieme, poi ho sempre parlato di Ppe come punto di riferimento cosi' come Renzi e Vendola guardano al Pse. Non si puo' rimanere imprigionati nel passato. Daltronde Berlusconi e' stato interlocutore privilegiato di Renzi per fare le riforme. Se ci parla lui permettete che ci parli anche io?''. Lo afferma il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, prima di intervenire al convegno sul tema 'il centrodestra della terza Repubblica', organizzato dall'associazione Giuseppe Tatarella. Ma non si considera lo schiavo di Berlusconi? Viene domandato al leader Udc. ''Non l'ho mai fatto'', risponde Casini.

fdv/rob/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni